Si è conclusa tra gli applausi l’avventura dei ragazzi Down che hanno girato l’Italia in moto -
Catania
14°

Si è conclusa tra gli applausi l’avventura dei ragazzi Down che hanno girato l’Italia in moto

Si è conclusa tra gli applausi l’avventura dei ragazzi Down che hanno girato l’Italia in moto

Si è conclusa ieri la meravigliosa esperienza vissuta da otto ragazzi affetti dalla sindrome di Down che hanno percorso l’Italia in sella a una moto.

La “Route 21 chomosome on the road”, promossa dall’Associazione Onlus Diversa-Mente, ricorda il mito della Route 66 che attraversa gli Stati Uniti, ma con una connotazione particolare, il 21, che fa riferimento a quel cromosoma in più della sindrome di Down.

Una disabilità che non ha impedito ai ragazzi di godersi il viaggio in moto da Verona alla Sicilia facendo tappa, tra le altre, a Roma dove hanno vissuto. Il momento più emozionante, quello dell’incontro con Papa Francesco, avvenuto lo scorso 23 settembre. La carovana, infatti, durante la tappa romana del tour ha preso parte all’udienza nel Cortile San Damaso del Palazzo Apostolico, avendo così l’occasione di incontrare il Santo Padre. Un’esperienza che i ragazzi porteranno sempre nel cuore, insieme alle miglia percorse in moto e alle amicizie strette lungo il tragitto.

Per ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile la “Route 21” è stata organizzata una grande festa in Piazza Immacolata A San Gregorio di Catania, dove i giovani motociclisti e i loro accompagnatori sono stati accolti con calorosi applausi.

Salvo Turrisi, da sempre sensibile all’impegno profuso dagli amici dell’Associazione Diversa-Mente nella costante dimostrazione che la diversità è fonte di ricchezza, ha voluto esprimere il suo ringraziamento consegnando all’amico e presidente dell’associazione Gian Piero Papasodero una targa celebrativa.

La serata si è svolta tra spettacoli di artisti di strada e la proiezione di un breve video che ripercorre le tappe di questa edizione della “Route 21 Chromosome”, per concludersi poi con il concerto della band catanese “The Bluff”.

Potrebbero interessarti anche