Giarre, morto in casa 58enne con gravi patologie pregresse: era positivo al test rapido Covid-19. L'Asp: "Tampone negativo" -
Catania
11°

Giarre, morto in casa 58enne con gravi patologie pregresse: era positivo al test rapido Covid-19. L’Asp: “Tampone negativo”

Giarre, morto in casa 58enne con gravi patologie pregresse: era positivo al test rapido Covid-19.  L’Asp: “Tampone negativo”

Un uomo di 58 anni, per le conseguenze di patologie croniche pregresse, è morto in casa, in circostanze ancora tutte da chiarire, in un complesso edilizio, in pieno centro a Giarre, intorno alle 16 di oggi.

Da fonti qualificate si apprende che l’uomo, nei giorni scorsi, si era recato in ospedale ad Acireale accusando dei forti dolori addebitabili ad una presunta lombosciatalgia. Tuttavia, il medico di turno, avendo riscontrato nell’uomo un certo affanno, lo ha sottoposto ad un esame radiografico ai polmoni poiché in passato lo stesso era stato ricoverato per patologie riguardanti l’apparato respiratorio.

Il medico che ha stilato il referto – confermano dall’Asp – avrebbe, per scrupolo, effettuato anche un test rapido al Coronavirus, la cui attendibilità – precisano dall’azienda sanitaria – è inferiore a quella del tampone tradizionale e, il 9 aprile scorso, sarebbe risultato positivo. Il paziente – confermano ancora dall’Asp – è stato dimesso su esplicita sua richiesta.

Il 58enne giarrese, secondo quanto si apprende, viveva con l’anziana madre ultra novantenne e una badante di nazionalità romena: entrambe saranno a breve sottoposte ad isolamento domiciliare. La vittima svolgeva la professione di infermiere professionale in una struttura ospedaliera Messinese.

Della vicenda è stato informato il sindaco Angelo D’Anna che segue da vicino il caso anche perché si è appreso nessuno avrebbe comunicato alle autorità della presunta positività del degente.

Il primo cittadino in un video comunicato diffuso in serata ha manifestato la propria incredulità per le modalità con cui si è venuti a conoscenza del caso ed ha nel frattempo reso noto l’esistenza di un quarto cittadino risultato positivo al Coronavirus.

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 11 (domenica 12 aprile)

Si è appreso ufficiosamente dall’Asp che il tampone inviato al laboratorio del Policlinico di Catania sarebbe risultato negativo. Resta il fatto grave che con test rapido positivo nessuno ha ritenuto opportuno avvisare autorità e in attesa del tampone definitivo ricoverare l’uomo in una struttura sanitaria protetta. Chiaramente il condominio non è in quarantena e i locali sono stati precauzionalmente sanificati.

Potrebbero interessarti anche