Milo, il sindaco Alfio Cosentino: "C'è un contagiato da Coronavirus" -
Catania
11°

Milo, il sindaco Alfio Cosentino: “C’è un contagiato da Coronavirus”

Milo, il sindaco Alfio Cosentino: “C’è un contagiato da Coronavirus”

Primo caso di contagio da coronavirus a Milo. A darne notizia, sui social, è stato lo stesso sindaco del piccolo centro etneo, Alfio Cosentino: “ho ricevuto oggi dalle autorità competenti la notizia del primo e finora unico caso di contagio da Covid-19 a Milo”. Si tratta di una donna di 48 anni, ricoverata al Cannizzaro di Catania.

La persona in questione – scrive il sindaco sulla propria pagina Facebook –  è ricoverata presso un ospedale di Catania e a cui ho telefonato stamattina, reagisce bene alle cure e sta meglio. A lei vanno i nostri auguri perché si riprenda prestissimo.  Questa notizia che, come sindaco, ho il dovere di darvi deve ancora di più indurci a mantenere atteggiamenti di prudenza e a rispettare le regole perché nessuno può pensare di essere immune e l’unico modo che abbiamo per difenderci è quello di fare tutto ciò che ci è stato detto di fare: uscire da casa solo per giustificati motivi di salute o lavoro, uscire a fare la spesa o per altre necessità solo 1 o 2 volte la settimana e sempre con tutte la cautele possibili, evitare spostamenti inutili.
Anche nel nostro Comune ci sono persone che si trovano in prima linea per tutelare la nostra salute, la nostra sicurezza e per garantirci i servizi essenziali: non vanifichiamo i loro sforzi con la nostra strafottenza. Ancora oggi ho visto anziani in giro a fare la spesa pur avendo figli o familiari che potevano farlo al loro posto e questo non va bene. Per niente. Stiamo già provvedendo a portare a domicilio spesa e farmaci ad alcuni cittadini che ne hanno fatto richiesta e, quindi, chiunque sia a conoscenza di situazioni di necessità è pregato di avvisare me o il vigile urbano affinché possiamo provvedere immediatamente.
Vi invito, ora più che mai, a non perdere la calma: evitate atteggiamenti irrazionali e ingiustificati allarmismi perché, ribadisco, l’unico modo che abbiamo per difenderci è quello di seguire le regole con disciplina e attenzione.

Le autorità sanitarie competenti – conclude il sindaco Cosentino – stanno attivando i protocolli di rito e stanno facendo tutto quello che c’è da fare con il supporto e la collaborazione dell’Amministrazione comunale ma tutti voi dovete fare la vostra parte.
In questo momento di grande difficoltà mi affido al vostro buon senso chiedendovi di mantenere atteggiamenti di rispetto e comprensione per chi si trova a fronteggiare una situazione certamente difficile, consapevoli del fatto che circostanze del genere possono capitare ad ognuno di noi”.

 

Potrebbero interessarti anche