Numero verde dell'Asp pioggia di lamentele e disservizi: interviene la Cgil Funzione pubblica -
Catania
25°

Numero verde dell’Asp pioggia di lamentele e disservizi: interviene la Cgil Funzione pubblica

Numero verde dell’Asp pioggia di lamentele e disservizi: interviene la Cgil Funzione pubblica

Cgil Funzione pubblica in una nota trasmessa all’Asp ha “registrato gravi disfunzioni nel servizio di prenotazione tramite numero verde delle prestazioni sanitarie esterne dell’ASP dal mese di dicembre 2019, contestualmente all’avvicendamento della ditta aggiudicataria del nuovo appalto per il servizio”.

I disservizi segnalati dall’utenza e riscontrati sono diversi: impossibilità a prendere la linea, ed attese estenuanti con una sorta di turnistica piuttosto approssimativa;  richiesta dal parte del C.U.P. di rilascio di numero telefonico dell’utente per un successivo contatto ch è avvenuto fino a 72 ore dopo o non è avvenuto affatto; prenotazioni erronee delle prestazioni richieste, per giornata di ricevimento, per orario, per diverso specialista, o persino per diversa sede; richiesta di inviare via whatsApp fotografia dell’impegnativa in possesso dell’utente a causa di impossibilità da parte dell’operatore del C.U.P. di visualizzare la prenotazione tramite terminale; assenza o ridotte prenotazioni , per diversi specialisti ambulatoriali”.

Tutto ciò -scrive la Cgil – desta molta preoccupazione, in quanto tali disservizi, insieme ai lunghissimi tempi delle liste di attesa , inducono sempre più i cittadini a rinunciare alle cure o li costringono a richiedere le prestazioni nelle strutture private”.
L’Asp ha già riscontrato la nota sindacale fissando per lunedì prossimo un confronto sul tema. e fa sapere che “il servizio CUP è stato oggetto di sistematici controlli, da parte degli Uffici aziendali, sin dal mese di ottobre dello scorso anno, a seguito dell’aggiudicazione della gara per la gestione del CUP Provinciale.

Dal mese di dicembre, con il subentro del nuovo gestore del servizio, il monitoraggio ha avuto cadenza settimanale, al fine di verificare l’andamento del servizio e riscontrare segnalazioni e difficoltà da parte dei cittadini nell’accesso al sistema.
Nelle ultime settimane – precisa l’Azienda sanitaria -le prenotazioni si sono stabilizzate su una media superiore a 1700 prenotazioni giornaliere. Permangono, tuttavia, diverse criticità che sono già state contestate al gestore; sono, inoltre, in corso di formalizzazione i relativi addebiti previsti dal capitolato di gara.

L’Azienda si riserva di intraprendere ulteriori azioni di tutela, anche le più drastiche, qualora continuassero a permanere le criticità contestate”.

 

Potrebbero interessarti anche