Giarre, area urbanistica di Peep ampi settori senza luce. Manutenzioni a rilento -
Catania
11°

Giarre, area urbanistica di Peep ampi settori senza luce. Manutenzioni a rilento

Giarre, area urbanistica di Peep ampi settori senza luce. Manutenzioni a rilento

Una rete viaria estesa con assi stradali che attraversano un gigantesco agglomerato urbano nel quale ricadono decine di insediamenti abitativi. L’area urbanistica di PEEP costituita in larga parte da cooperative e costruzioni di edilizia residenziale pubblica, da lungo tempo è avvolta dalle tenebre. Numerose strade che attraversano l’agglomerato  sono al buio da mesi per via di reiterati furti di cavi elettrici, trafugati dai cosiddetti ricercatori dell’oro rosso che, di notte, tranciano i cavi manomettendo le varie botole di ispezione presenti lungo il ciglio della strada.

Lo scorso settembre l’ennesima azione criminale è stata sventata dai carabinieri che hanno arrestato in flagranza tre “predoni” del rame. Benchè il furto è stato interrotto dai carabinieri, il cavo, della lunghezza di circa 1 chilometro, erastato già sfilato e peggio ancora tranciato in diversi punti per ammatassarlo. Alla fine, la pubblica illuminazione nella zona residenziale compresa tra via Michele Federico Sciacca e la via Carlo Sada, da settembre scorso è spenta, con grave pregiudizio per i residenti che reclamano la riattivazione dell’illuminazione, considerato che le strade della zona – compreso il tratto finale di via Marrone, al buio da tre anni – sono insicure ed espongono i cittadini a pericoli di ogni tipo.

La zona di Peep cresciuta a dismisura nell’ultimo decennio, e, al netto delle problematiche relative allapubblica illuminazione, sembra essere tagliata fuori dal resto della città. Pochi spazi verdi e luoghi per le attività di aggregazionesociale. Riguardo al ripristino della pubblica illuminazione l’assessore ai Servizi tecnici Franco Di Rao afferma che “il danno arrecato dai ladri di rame, lo scorso settembre, è stato notevole;lunghi tratti di cavo sono stati tranciati e occorre  sostituirli con altri spezzoni che stiamo reperendo nel nostro magazzino. Della manutenzione e quindi del ripristino dei cavi si occupa la società esterna che detiene l’appalto per il monitoraggio degli impianti comunali e che a breve completerà gli interventi”.

Potrebbero interessarti anche