Riposto, disco verde della Regione per due cantieri lavoro. Boccata di ossigeno per numerosi disoccupati -
Catania
18°

Riposto, disco verde della Regione per due cantieri lavoro. Boccata di ossigeno per numerosi disoccupati

Riposto,  disco verde della Regione per due cantieri lavoro. Boccata di ossigeno per numerosi disoccupati

Disco verde della Regione ai cantieri finanziati dall’assessorato alla Famiglia e Politiche sociali e del lavoro), nell’ambito del bando che finanzia i cantieri lavoro per disoccupati da istituire ai sensi dell’art.15 comma II della Legge regionale 17 marzo 2016 n.3 disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2016, legge di stabilità regionale.

Al Comune è pervenuta la nota della Regione con la quale si comunica che le istruttorie dei cantieri lavoro sono state positivamente esitate e i relativi progetti sono stati ammessi a finanziamento. E segnatamente: la somma di 77.251,26 euro per la realizzazione di aiuole e manutenzione del marciapiede ovest di via Pasquale Almerico (durata dei lavori 45 giorni); 83.211,16 euro è invece la somma stanziata dalla Regione per finanziare la realizzazione di un tratto di marciapiede in via Strada 24, dal lungomare Edoardo Pantano a via Marco Polo e allargamento del marciapiede antistante la chiesa Maria SS. del Carmelo (durata dei cantieri 54 giorni).

E, in vista del decreto di finanziamento, l’ente comunale dovrà celermente procedere alla stipula dell’atto di adesione/convenzione che regola i rapporti tra amministrazione regionale e comunale per ciascun cantiere finanziato sottoscritto dal legale rappresentante dell’ente comunale, ovvero il sindaco Enzo Caragliano.

Stamane ricognizione nei luoghi in cui si attiveranno i cantieri. Al sopralluogo hanno preso parte il sindaco Enzo Caragliano, gli assessori Carlo Copani, Nella Casabella e Rosario Caltabiano, i consiglieri comunali Valerio Cucè, Carmelo D’Urso e Mario Di Guardo.

“Finalmente siano ad un passo dall’avvio dei cantieri tanto attesi – afferma il primo cittadino ripostese Caragliano – l’intervento di via Almerico è di estrema importanza poichè mettiamo in sicurezza quei tratti di marciapiede di una vasta area residenziale dissestati dalle radici che hanno divelto la pavimentazione e che per il transito dei pedoni rappresenta un potenziale pericolo. Non meno importante poi l’ampliamento del marciapiedi che costeggia la chiesa del Carmine, mentre a Torre Archirafi, garantiamo in sicurezza il transito dei pedoni in una zona particolarmente centrale”. Secondo l’assessore ai Lavori pubblici, Rosario Caltabiano “i due cantieri finanziati dalla Regione consentono di mettere in sicurezza alcune precise aree urbane, con particolare riguardo ai marciapiedi impraticabili; prevista anche la realizzazione di nuove e più spaziose aiuole cosi che le radici degli alberi piantumati non possano più rappresentare un elemento di pericolo per l’incolumità dei pedoni.

Nella zona di piazza Carmine, invece, pensiamo di allineare il marciapiede nella parte finale con quello di via Galliano mentre il sagrato della chiesa sarà più largo e quindi maggiormente fruibile. A Torre Archirafi invece l’intervento punta a privilegiare quel percorso pedonale in una zona centrale del borgo marinaro, nel quale ricadono importanti attività commerciali e di pubblica utilità per i cittadini”.

“I cantieri oltre ad assicurare dei lavori che si rendevano necessari e che tornano utili per la collettività – soggiunge l’assessore alle Politiche Sociali, Carlo Copani – danno anche una boccata di ossigeno a chi è in difficoltà economiche. Ci rendiamo conto che si tratta solo di pillole ma in questo periodo di grave difficoltà sono un aiuto concreto per i nuclei familiari più bisognosi”.

Le unità lavorative selezionate dall’Ufficio di collocamento e che saranno impiegate nei due cantieri di Riposto sono circa una quarantina tra operai, operai qualificati e direttori dei lavori.

Potrebbero interessarti anche