Paternò, fermato il “maestro” delle evasioni. Beccato a Taormina -
Catania
19°

Paternò, fermato il “maestro” delle evasioni. Beccato a Taormina

Paternò, fermato il “maestro” delle evasioni. Beccato a Taormina

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Paternò hanno arrestato nella flagranza il 21enne paternese Adriano Apolito, poiché ritenuto responsabile di evasione.

Maestro delle evasioni, diverse contestate dai carabinieri di Tivoli (RM) ed altrettante dai militari della Compagnia di Paternò, tanto da varcare più volte la soglia delle carceri di Regina Coeli a Roma e Piazza Lanza a Catania.

Pur ottenendo il beneficio degli arresti domiciliari con l’obbligo di indossare il braccialetto elettronico, il 13 agosto scorso, dopo aver manomesso il congegno,  si è reso irreperibile.

Riconosciuto dalla pattuglia, il giovane, senza opporre alcuna resistenza, si è fatto arrestare dichiarando candidamente ai militari di essere andato qualche giorno al mare a Taormina (ME).  

Il giudice, stamani, in sede di udienza di convalida ne ha disposto il trasferimento nel carcere di Catania Piazza Lanza.

Potrebbero interessarti anche