Catania
13°

Giarre, allenamenti tra i rifiuti allo stadio di atletica

Giarre, allenamenti tra i rifiuti allo stadio di atletica

Lo stadio di atletica leggera con le sue gigantesche e sproporzionate tribune e la pista in tartan ridota ai minimi termini, benchè la più grande e costosa opera incompiuta della città, da lunghi anni è – in ragione di una vistosa carenza di impianti sportivi efficientifrequentato da centinaia di atleti e sportivi che fruiscono della pistache circonda il campo da gioco.

A qualunque ora del giorno si assiste, infatti, alla costante presenza di numerosi sportivi che frequentano l’impianto che sorge alle spalle del viale don Lugi Sturzo, nel quale ricade anche lo strategico eliporto.

Da lungo tempo, nonostante i reiterati appelli all’Ufficio tecnico e le vibrate proteste sui social, lungo la strada che collega il campo da gioco sino all’elipista, si notano cumuli di rifiuti ingombranti, in larga parte nocivi.  Sommersi in parte dalla fitta vegetazione incolta, in prossimità della tribuna centrale, primeggiano alcune micro discariche costituite da ingombranti di varia tipologia: vecchi televisori, vecchi arredi, utensili e apparecchi sanitari dismessi. E ancora: pneumatici e profilati in ferro mista a spazzatura di vario genere.

Uno scenario cui, purtroppo, si sono abituati i tanti sportivi che quotidianamente frequentano lo stadio di atletica e che, loro malgrado, sono costretti ad allenarsi, evitando di percorrere la parte retrostante delle tribune invase da gramigna e rifiuti di ogni genere non rimossi e che, con il trascorrere del tempo si alimentano.

L’impianto sportivo carente di corpi illuminanti che lasciano al buio ampi settori della pista, versa in condizioni di estremo degrado e rappresenta anche potenziali pericoli per i fruitori. I locali che si affacciano sulla pista in tartan, alcuni dei quali utilizzati più o meno con delle autorizzazioni – da varie associazioni sportive, sono stati pesantemente vandalizzati nel corso degli anni.

Uno di essi privo di porte, con gli infissi divelti e le vetrate devastate è pienamente accessibile e potrebbe celare dei pericoli, stante lo stato di degrado strutturale in cui versano gli spazi interni, visibilmente logorati dalle infiltrazioni.

E in tema di disservizi, si annotano alcune vistose disfunzioni. Lo stadio di atletica che, soprattutto nel periodo primaverile e in estate con le gradevoli temperature registra un flusso di presenze notevole, pur avendoli in dotazione, i rinnovati locali dei servizi igienici rimangono perennemente chiusi con la porta di ingresso sbarrata dalle inferriate antintrusione. Un importante servizio negato a decine di utenti e che si chiedono a cosa servono quei locali  tenuti perennemente chiusi. 

Potrebbero interessarti anche