Catania

Catania, al via progetto europeo “Resiloc” sulla resilienza delle comunità locali

Catania,  al via progetto europeo “Resiloc” sulla resilienza delle comunità locali

La città di Catania e la Sicilia in prima linea nella realizzazione del  progetto di Protezione civile “Resiloc – Un’Europa e una società resiliente grazie all’innovazione nelle comunità locali” (Resilient Europe and Societies by Innovating Local Communities), promosso dall’Unione europea con un finanziamento complessivo di 5 milioni di euro.
L’iniziativa, che sarà avviata tra aprile e giugno prossimi, rientra nell’ambito del programma di ricerca Horizon 2020, e vede coinvolti il Comune di Catania con l’assessorato alla protezione civile retto da Alessandro Porto, il Dipartimento regionale della Protezione civile e la società Ies Solutions (coordinatore tecnico dell’intero progetto) come  protagonisti attivi nella costruzione di un processo di innovazione tecnica e sociale. Il piano prevede di analizzare le necessità di miglioramento in termini di robustezza delle comunità locali agli eventi calamitosi per derivarne modelli, procedure e soluzioni che, una volta applicati e dimostrati, diventeranno patrimonio dell’Europa intera.
La Sicilia rappresenta in questo ambito un importante riferimento  in Europa per lo sviluppo dell’azione di protezione civile, con la sua ricchezza ambientale, culturale e industriale costantemente a rischio per la fragilità del suo territorio, la presenza di rischi ambientali e di insediamenti industriali ad alto impatto, fattori che hanno determinato negli anni terremoti, alluvioni, incendi, eruzioni vulcaniche, frane, incidenti industriali.
Sarà la piattaforma Jixel, sviluppata da Ies, a fornire lo strumento di calcolo della resilienza locale, tenendo conto tanto dei parametri che la compongono – come la pericolosità, il valore esposto, la vulnerabilità – e degli aspetti meno tangibili della stessa, collegati al comportamento delle persone.
La durata del progetto è 36 mesi.

 

Potrebbero interessarti anche