Adrano, escalation criminalità: una rapina e un furto -
Catania
21°

Adrano, escalation criminalità: una rapina e un furto

Adrano, escalation criminalità: una rapina e un furto

Criminali che sono ritornati in azione, tra la serata di ieri e le prime ore del mattino di oggi, prendendo di mira due attività commerciali.
Lo hanno fatto con spavalderia e senza mostrare nessun timore di essere beccati, in quello che potrebbe sembrare un segno di spregio verso le Autorità e i cittadini, dato che su Adrano in questi mesi l’allerta criminalità è alta e maggiori sono i pattugliamenti delle Forze dell’Ordine per cercare di contrastare l’escalation di atti criminosi. Per tutto il pomeriggio di ieri la città è stata presidiata da molti agenti di Polizia, e dalle pattuglie dei cinofili di Catania, impegnati nel controllo straordinario del territorio disposto dal Questore Marcello Cardona.

E proprio mentre gli agenti completavano il servizio di controllo un balordo di turno hanno messo in atto una rapina. Erano le 20.50 quando il malvivente ha fatto irruzione, con il volto travisato ed armato di coltello, in un negozio di casalinghi in via Della Regione, la stessa via dove ha sede il Commissariato di Polizia. Sembrerebbe possa trattarsi di un giovane che ad ogni modo non è ancora stato identificato. Con l’arma da taglio in mano ha intimato al titolare di consegnargli l’incasso. È fuggito poi via, dileguandosi tra le vie limitrofe, con in tasca il bottino: circa 80 euro.

Mentre stamane, alle 5.00, più ignoti, hanno sradicato dal muro di una farmacia, in via San Filippo, l’intero distributore di profilattici; che hanno provveduto poi ad aprire per prelevarne il contenuto, compresi quindi i soldi. La cosa che più lascia perplessi è il fatto che per portare a termine il piano hanno utilizzato del materiale esplodente, noncuranti quindi che il gran rumore prodotto dall’esplosivo avrebbe attirato l’attenzione dei residenti.
Due distinti episodi su cui adesso indagano i Carabinieri che non potranno contare su nessuna immagine ripresa dalle telecamere di videosorveglianza in quanto non presenti nelle due attività.

Alice Vaccaro

 

Potrebbero interessarti anche