L’Istituto Musicale Bellini di Catania diventerà Conservatorio statale -
Catania
20°

L’Istituto Musicale Bellini di Catania diventerà Conservatorio statale

L’Istituto Musicale Bellini di Catania diventerà Conservatorio statale

Il sindaco di Catania Enzo Bianco, dopo aver incontrato, a Roma, Stefania Giannini, ministro dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca, ha riferito che “la stessa ha assicurato che, quando sarà varata l’apposita legge, l’Istituto Musicale Vincenzo Bellini di Catania sarà tra i primi a diventare Conservatorio statale”.
“Nei due rami del Parlamento – ha spiegato Bianco – sono stati presentati disegni di legge per trasformare gli ex istituti parificati in conservatori e il ministro, su sollecitazione di alcuni parlamentari, ha già avviato il loro esame partecipando anche a due audizioni in Commissione. Ha inoltre annunciato l’avvio entro il prossimo mese di luglio di un graduale processo di statizzazione dei venti Issm non ancora finanziati dallo Stato precisando però che, poiché per tutti i venti Istituti occorrerebbero quaranta milioni di euro, il Ministero programmerà un passaggio graduale tenendo conto di alcuni parametri. Nel corso dell’incontro ho consegnato al ministro una memoria da cui si evince come il Bellini di Catania, dal 1999 inserito tra i venti Ismm finanziati dagli enti locali, cioè Comuni e Province, abbia tutte le carte in regola per ottenere quella statizzazione che attende ormai da quindici anni. Innanzitutto si tratta del più grande dei venti Issm italiani non statali, con 740 studenti iscritti in un territorio molto vasto, ossia tutto il bacino della Sicilia del Sud-Est. In base dunque ai parametri obiettivi forniti dall’Istituto catanese ho dunque ricevuto rassicurazioni riguardo all’inserimento del Bellini tra i prossimi conservatori statali”.
Bene! Ma quale sarà il destino di quei lavoratori, impiegati come custodi diurni e notturni che, dopo oltre 20 anni di attività presso l’Istituto musicale, subiscono un pesante trattamento contrattuale che li ha visti dipendenti di partecipate e, attualmente, di una cooperativa campana. Saranno stabilizzati definitavemente attraverso la statalizzazione dell’Istituto? Di questo il sindaco di Catania e la stessa Giannini non ne parlano.
Inizieranno mai a parlarne?

Orazio Vasta

Potrebbero interessarti anche