Festa di Sant’Agata, sanzionati ambulanti e parcheggiatori abusivi -
Catania
22°

Festa di Sant’Agata, sanzionati ambulanti e parcheggiatori abusivi

Festa di Sant’Agata, sanzionati ambulanti e parcheggiatori abusivi

Anche quest’anno, in occasione della Festa di Sant’Agata, la Guardia di Finanza ha svolto un’articolata azione di prevenzione e controllo economico del territorio, sia nell’ambito del dispositivo prestabilito dalla Questura, sia attraverso un mirato potenziamento dei servizi svolti ordinariamente nella città. La vigilanza, allo scopo di tutelare il commercio legale, è stata concentrata in alcune specifiche aree in cui solitamente è massiccia la presenza di ambulanti abusivi, anche provenienti da altre province. Altri servizi si prevenzione e controllo sono stati svolti nei confronti dei parcheggiatori abusivi presenti nell’area circostante a quella interessata dalla processione, dove si registrava un maggior afflusso di fedeli e turisti per assistere alla Festa.

Sono stati, inoltre, potenziati i servizi di vigilanza al Porto, sia per garantire la sicurezza ai varchi doganali, sia per vigilare sulla Fiera di Sant’Agata, anche quest’anno svoltasi nell’area portuale.

Complessivamente, nei giorni dal 2 al 5 febbraio, sono state impiegate 50 pattuglie. Nel corso delle 4 giornate di festa, sono stati eseguiti numerosi controlli elevando oltre 60 sanzioni, di cui 6 nei confronti di venditori ambulanti completamente abusivi, sprovvisti cioè di qualsiasi autorizzazione per esercitare l’attività. Nei confronti di questi ultimi sono stati sequestrati, con il supporto della Polizia Locale, stand e prodotti.

Sono stati sottoposti a sequestro, nei confronti di tre ambulanti, circa 2.000 CD/DVD illegalmente riprodotti, contenenti le versioni pirata delle più recenti produzioni cinematografiche e musicali.

Infine, oltre a numerose sanzioni per infrazioni al codice della strada, sono stati sanzionati 13 parcheggiatori abusivi, ai quali è stata contestata una violazione amministrativa fino a 3.000 euro, oltre che il sequestro e la successiva confisca delle somme indebitamente incassate.

Potrebbero interessarti anche