28° Reggimento “Pavia” di Pesaro: ancora un siciliano al comando della prestigiosa unità dell’Esercito -
Catania
17°

28° Reggimento “Pavia” di Pesaro: ancora un siciliano al comando della prestigiosa unità dell’Esercito

28° Reggimento  “Pavia” di Pesaro: ancora un siciliano al comando della prestigiosa unità dell’Esercito

un momento della cerimonia (4)A partire da oggi 1 luglio, il 28° reggimento “Pavia” di Pesaro è entrato ufficialmente a far parte del bacino delle Forze per Operazioni Speciali e pertanto si apre una fase nuova in cui sarà richiesto all’unità, in aggiunta agli attuali impegni in Kosovo, Afghanistan e Libano, di operare anche a supporto di operazioni speciali.

A soli dieci anni dalla riconfigurazione in unità deputata alle “comunicazioni operative”,  il 28° reggimento vede riconosciuta la propria “specificità” soprattutto in virtù dell’importanza strategica che la comunicazione ha assunto nei moderni scenari di crisi e di conflitto.

Un riconoscimento, che giunge al culmine di un impegnativo percorso di professionalizzazione durante il quale, il reggimento, ha acquisito le necessarie competenze per poter operare in un settore così sensibile ed articolato.

In un ambito in continua evoluzione, come quello mediatico, al personale del reggimento è richiesto di esprimere non comuni capacità tecnico-concettuali attagliate alle diverse aree di operazioni. Dai tradizionali volantini e poster, efficaci in aree ad elevato tasso di analfabetismo e basso sviluppo tecnologico, fino ai più complessi prodotti multimediali, nelle aree più progredite.

Ruolo fondamentale riveste, inoltre, la componente umana. Lo studio, l’analisi e la comprensione della realtà socio-antropologica dell’ambiente di riferimento, permettono al personale di comunicare in modo idoneo ed efficace con la popolazione locale nel rispetto di usi, costumi e tradizioni.

Il cambio di dipendenza del reggimento è avvenuto in concomitanza con la cerimonia di avvicendamento al comando del 28° reggimento, tra il Colonnello Giovanni GAGLIANO ed il Colonnello Diego Filippo FULCO.

Alla odierna cerimonia erano presenti il Comandante dell’Artiglieria, Generale di Divisione Giovanni Domenico PINTUS, il Comandante delle Forze Speciali dell’Esercito, Generale di Brigata Nicola ZANELLI e le locali Autorità civili e militari.

un momento della cerimonia (5)Il Colonnello GAGLIANO, catanese, lascia Pesaro dopo due anni di comando durante i quali sono state poste le basi per l’ambito ingresso nelle Forze per Operazioni Speciali.

Lo attende un prestigioso incarico presso l’Ufficio Generale del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito.

Il Colonnello FULCO, nato a Piazza Armerina (EN) nel 1969, assume il comando del 28° reggimento dopo aver prestato servizio in qualità di Vice Capo Ufficio Pubblica Informazione e Comunicazione presso il Gabinetto del Ministro della Difesa. A lui, il compito di continuare l’opera già avviata dal suo predecessore.

Potrebbero interessarti anche