Controlli alimentari, la soddisfazione del Ministro e dei consumatori - video -
Catania
10°

Controlli alimentari, la soddisfazione del Ministro e dei consumatori – video

Controlli alimentari, la soddisfazione del Ministro e dei consumatori – video

Il continuo susseguirsi di controlli in materia di sicurezza alimentare da parte delle varie forze di Polizia, trova sempre più consenso e plauso

 

beatrice-lorenzin-ministroAd intervenire in seguito alla vasta operazione condotta dai Nas sono sia il ministro Lorenzin che la Confconsumatori Sicilia. «Con l’operazione della notte scorsa a Catania – ha dichiarato il ministro Lorenzin –, i Carabinieri del Nas hanno confermato l’importanza della loro costante opera di controllo sul territorio. La sicurezza degli alimenti è centrale tra le tutele che assicuriamo ai cittadini per garantire la loro salute e il loro benessere e il rigore e la forza dell’azione del nucleo che costituisce il braccio operativo del Ministero della Salute è una garanzia in più. Voglio ringraziare tutti gli uomini impegnati in questa operazione ma colgo l’occasione per un plauso più generale ai Carabinieri del NAS, che dal mio primo insediamento, tenendo fede alla loro storia di oltre 50 anni, sono stati al mio fianco nell’incessante azione in due delle principali missioni che mi sono prefissata: la sicurezza alimentare e la tutela dei cittadini più deboli ricoverati nelle strutture socio sanitarie. Ricordo che dal 2013 a oggi i Nas hanno proceduto a oltre 100 ispezioni al giorno per garantire sicurezza negli alimenti, dalla produzione alla commercializzazione, alla conservazione e distribuzione. La professionalità acquisita da questo nucleo dell’Arma fa di esso un modello punto di riferimento europeo, e il mio plauso si unisce alla certezza che l’opera dei NAS sul territorio proseguirà instancabile ogni giorno, a garanzia dei cittadini e della qualità dei prodotti alimentari».

avv carmelo caliAd esprimere non minore soddisfazione anche la Confconsumatori Sicilia attraverso le parole del suo presidente avv. Carmelo Calì: «Si tratta, infatti, della salute dei cittadini, la cui tutela non può essere relegata, a finalità “secondaria” da perseguire occasionalmente. È questo, infatti, uno dei dati che emergono dalle iniziative di questi giorni: la sicurezza alimentare non é più, a Catania, un obiettivo da perseguire con iniziative sporadiche. Ci auguriamo che si prosegua su tale strada. Ma, contemporaneamente, ci auguriamo che, accanto alle forze di polizia ed alla Magistratura, a cui va il nostro ringraziamento, anche tutte le altre istituzioni, possano esercitare un ruolo altrettanto importante, perchè il tema riguarda tutti, ed ognuno deve intervenire secondo il ruolo che ricopre. Da parte nostra continueremo il nostro lavoro cercando di essere all’altezza di quanto accaduto in questi giorni, sviluppando ulteriormente l’informazione sulla sicurezza alimentare ai cittadini-consumatori e di denuncia di tutte le situazioni di cui verremo a conoscenza o che i cittadini ci segnaleranno. E ci costituiremo anche parte civile nei procedimenti penali, che scaturiranno dalle ispezioni di questi giorni e da quelle che, eventualmente, verranno. La salute dei cittadini é la priorità e la sua tutela, partendo dal Sud del nostro Paese, oltre ad essere un esempio per tutti, costituirà anche una delle modalità attraverso le quali potrà realizzarsi il riscatto della nostra Isola» ha concluso l’avv. Carmelo Calì.

GUARDA IL VIDEO DEL BLITZ

LEGGI L’ARTICOLO DEL BLITZ DEI NAS

NAS chiudono 15 attività

.

 

Potrebbero interessarti anche