Compensi a fiumi all'Ato Catania acque -
Catania
18°

Compensi a fiumi all’Ato Catania acque

Compensi a fiumi all’Ato Catania acque

È un Ente in liquidazione, ma evidentemente sfugge alla logica della spending review  l’ATO 2 Catania acque, un consorzio che si distingue anche per l’originale pianta organica: due soli dipendenti ed entrambi dirigenti, con stipendi da favola. Intanto, “saldi” di fine anno: con determina dirigenziale n. 61 del 31.12.2013 il direttore amministrativo, Maria Beatrice Virzì, infatti, ha “impegnato in via prudenziale” la “somma presuntiva” di 70.000 euro per l’indennità relativa al 2013 del commissario straordinario e liquidatore, Antonella Liotta, che fino a quella data era anche commissario straordinario della Provincia di Catania e, da quasi due mesi, segretario generale e direttore generale del Comune di Catania. Insomma, una sorta di wonder womam con uno straordinario spirito di servizio.

Appena il giorno prima, con determina presidenziale n. 59 del 30.12.2013, la stessa Antonella Liotta aveva prorogato di altri sei mesi l’incarico alle uniche due dipendenti-dirigenti dell’ATO Catania Acque: l’ing. Laura Ciravolo, direttore tecnico, e la stessa avv. Maria Grazie Virzì, direttore amministrativo, i cui compensi mensili sono complessivamente di circa 13.000 euro.

G.D.G.

Potrebbero interessarti anche