Territorio sotto controllo -
Catania
18°

Territorio sotto controllo

Territorio sotto controllo

Randazzo: scoperte e denunciate tre zingare per furto all’interno dell’abitazione di un’anziana

 

Prosegue sempre con maggiore intensità l’azione dei carabinieri di Randazzo per la prevenzione e il contrasto della criminalità la cui diffusione capillare incide fortemente sulla percezione d’insicurezza da parte dei cittadini. Negli ultimi anni, nella tranquilla città etnea si è registrato un insolito aumento dei furti, tanto nelle abitazioni del centro urbano, quanto nelle case rurali. Anche se le vittime non sempre denunciano all’autorità di polizia giudiziaria gli episodi criminosi, da parte dell’Arma sono state ulteriormente implementate e rafforzate le iniziative miranti a prevenire l’aumento dei reati contro il patrimonio.

L’altro ieri, i carabinieri della stazione di Randazzo hanno denunciato in stato di libertà tre zingare per furto commesso all’interno dell’abitazione di un’anziana donna, alcuni giorni prima. Le malviventi, dopo essersi introdotte all’interno dell’abitazione della malcapitata – che al momento era da sola in casa – con un banale raggiro e sfruttando la circostanza che due di loro si trovavano in stato di gravidanza e l’altra con un bambino di pochi mesi in braccio, hanno fatto razzia di gioielli e di una somma di denaro in contanti, per un valore complessivo di circa 1700 euro.

Le tre giovani donne denunciate, cui una pregiudicata, di età compresa fra 25 e 30 anni, tutte residenti ad Adrano, sono state smascherate dai carabinieri grazie all’identikit decisivo fornito dall’anziana donna che i militari dell’Arma hanno subito diramato. Infatti, il giorno seguente all’episodio criminoso, agenti della polizia locale hanno segnalato ai carabinieri la presenza di tre donne sospette nei pressi della stazione Circumetnea. Accompagnate prontamente in caserma per un controllo, le persone fermate sono state riconosciute dall’anziana vittima. Nella successiva perquisizione domiciliare presso l’abitazione delle denunciate la refurtiva non è stata comunque ritrovata. Tuttavia, sono in corso ulteriori indagini al fine di verificare se le tre donne siano coinvolte in analoghi episodi avvenuti nell’hinterland negli ultimi mesi.

Gaetano Scarpignato

Potrebbero interessarti anche