Catania
24°

Rifiuti a Francavilla di Sicilia: “esercitazioni” in vista della raccolta differenziata

Rifiuti a Francavilla di Sicilia: “esercitazioni” in vista della raccolta differenziata

Da qualche giorno, su ordinanza del sindaco Enzo Pulizzi, gli abitanti del Comune dell’Alcantara sono obbligati a disfarsi dell’immondizia solo in determinate serate e nottate della settimana. Un primo passo verso lo smaltimento organizzato di plastica, vetro ed altri materiali particolari

Nella cittadina dell’Alcantara non si è ancora giunti alla “agognata” raccolta differenziata dei rifiuti, ma l’Amministrazione Comunale di Francavilla di Sicilia, guidata dal sindaco Vincenzo Pulizzi, comincia a mettere ordine nel complesso e delicato settore dello smaltimento dell’immondizia, anche a seguito della nuova gestione di tale comparto tramite il sistema “A.R.O.” (Ambito di Raccolta Ottimale) e l’impresa privata aggiudicatasi nei mesi scorsi la relativa gara.

Da qualche giorno, dunque, ai cittadini francavillesi è stato fatto obbligo di depositare i rispettivi rifiuti nei cassonetti solo in determinati giorni ed entro determinati orari.

Tanto per esser chiari, a Francavilla di Sicilia non ci si potrà disfare della spazzatura nelle giornate del lunedì, del mercoledì e del venerdì, ma solo la domenica, il martedì, il giovedì ed il sabato.

Per essere ancora più precisi, la domenica, il martedì ed il giovedì i sacchetti con i rifiuti potranno essere depositati nei cassonetti tra le ore 20.00 e le ore 6.00 del mattino successivo, mentre il sabato solo nella mattinata, ossia tra le ore 6,00 e mezzogiorno.

I cittadini che non dovessero rispettare tale “calendario” andranno incontro a delle sanzioni pecuniarie.

A Francavilla di Sicilia, sino ad oggi, il disfacimento dei rifiuti prodotti dalle singole famiglie non era assoggettato a particolari regole (li si poteva depositare in qualsiasi momento nei cassonetti dislocati nei vari quartieri del paese), mentre adesso, sia pur limitatamente alla raccolta indifferenziata, bisognerà osservare determinati orari e giornate.

Per il sindaco Enzo Pulizzi e per i suoi assessori e collaboratori trattasi di una sorta di “prova generale” per poter poi (presumibilmente nel prossimo autunno) dare finalmente avvio alla raccolta differenziata, quando i cittadini francavillesi dovranno rispettare regole ancora più “ferree” per lo smaltimento dei loro rifiuti.

Intanto, come si evince dalle polemiche esplose in questi giorni sui social network, anche in questa fase di transizione tanti abitanti del Comune dell’Alcantara pretendono che il deposito nei cassonetti dei rifiuti indifferenziati possa essere effettuato in qualsiasi giorno, specialmente nel periodo estivo, quando tenere per più di ventiquattr’ore la spazzatura in casa potrebbe dar luogo a problemi igienico-sanitari e disagi vari.

Rodolfo Amodeo

Potrebbero interessarti anche