Catania
33°

Malvagna: un project financing per la pubblica illuminazione del centro abitato

Malvagna: un project financing per la pubblica illuminazione del centro abitato

E’ stato stipulato nei giorni scorsi con un’impresa di Catania, che investirà quasi duecentosettantamila euro per sostituire il vecchio impianto con più efficienti, economiche ed ecosostenibili lampade a led di nuova generazione. Il sindaco Cunsolo spiega i vantaggi dell’operazione

Prosegue l’impegno dell’Amministrazione Comunale di Malvagna, guidata dal sindaco Giuseppe Cunsolo, sul fronte dell’efficientamento energetico. Dopo la notizia dell’imminente avvio di una serie di interventi in tal senso nel plesso scolastico di Via Garibaldi, giunge quella della sottoscrizione, qualche giorno fa, del contratto per l’efficientamento e la conversione a led della pubblica illuminazione del paese.

Si tratta in pratica di un project financing con un investimento privato di quasi duecentosettantamila euro, proposto dall’impresa catanese “Norma Sviluppo” in collaborazione con la società di progetto “Malvagna Project”, che consentirà al centro abitato malvagnese di dotarsi di 709 punti luce che andranno a sostituire quelli ormai vetusti ed antieconomici installati parecchi decenni fa.

«Così come l’efficientamento del plesso scolastico di Via Garibaldi – sottolinea il sindaco Cunsolo – anche questa operazione si mostra estremamente vantaggiosa per il nostro Comune. Questo perché l’impresa privata prenderà in concessione la gestione dell’impianto di pubblica illuminazione, curandone anche la manutenzione ordinaria e straordinaria. All’impresa il Comune dovrà versare solamente un canone pari a 47.500 euro l’anno, che è una cifra inferiore rispetto all’ammontare complessivo dei costi sino ad oggi affrontati dal nostro ente per gestire un impianto ormai obsoleto e che adesso, attraverso questo project financing, sarà al passo con i tempi. I sistemi di illuminazione a led sono infatti più efficienti e sostenibili dal punto di vista energetico ed hanno una durata maggiore».

Rodolfo Amodeo

Potrebbero interessarti anche