Catania
22°

Ecco il progetto di EtnaMove, la scommessa dei commercianti passa dal web

Ecco il progetto di EtnaMove, la scommessa dei commercianti passa dal web

Davanti ad una platea di operatori commerciali (presente anche il sindaco di Giarre, Angelo D’Anna, il presidente della Confcommercio di Giarre, Attilio Lo Po’, il presidente dell’Ula Claai, Diego Bonaccorso) è stato presentato questa mattina in un albergo di Zafferana, il progetto EtnaMove, il primo centro commerciale smart di Sicilia, un piano d’azione trasversale che impatta sul sistema commercio tradizionale attraverso sistemi innovativi, a cominciare dall’introduzione della moneta commerciale.

Un progetto imprenditoriale EtnaMove nato a Giarre (non a caso, considerate le storiche propensioni commerciali che hanno trasformato il centro jonico in un punto di riferimento per il commercio tradizionale) che promuove lo shopping in città e restituisce al centro storico il ruolo strategico di polo commerciale e che – come rimarcato dall’ideatore del progetto, Placido Pappalardo – guarda alle realtà commerciali siciliane atttaverso un formidabile network,  all’interno del quale i consumatori potranno usufruire di una serie di benefit, sfruttando le grandi potenzialità del web.

Per mezzo del Portale web e dell’App mobile, infatti, i clienti potranno avere informazioni riguardo: indirizzi (geolocalizzati con App mobile), numeri di telefono, e-mail, orari di apertura, tipo di merci/servizi offerti dalle attività censite aderenti all’iniziativa. Non solo. Scaricando l’innovativa App  mobile, si accetta il regolamento e si ottiene l’abilitazione agli sconti solo dopo aver completato la registrazione dei propri dati e sottoscritto la Privacy.

Il network EtnaMove è basato su Sconti, E-coin cash back, Coupon e Gift (assimilabile a un regalo, contiene e-coin ed acquistabile sul portale con carta di credito o mezzo bonifico bancario).

Al centro del progetto EtnaMove c’è la moneta digitale, del valore nominale di 1 euro, che viene distribuita nella misura del 10% della spesa effettuata nell’area Food, e del 5% in tutte le altre categorie, salvo eventuali eccezioni che saranno indicate all’interno delle singole pagine dei Dealers.

 

 

LA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

Potrebbero interessarti anche