Catania

Giarre, Micro asilo di Macchia: niente apertura. Si attende un nuovo furto?

Giarre, Micro asilo di Macchia: niente apertura. Si attende un nuovo furto?

Cosa si aspetta ad aprire il nuovo micro asilo comunale. Quali indecifrabili contrattempi procedurali stanno bloccando l’attivazione di questa importante struttura pubblica? Per ora conta il risultato: cancelli chiusi e porte sigillate.

E’ tutto fermo nel plesso scolastico di via Russo a Macchia che, a distanza di oltre un anno dal completamento dei lavori di rifunzionalizzazione finanziati con i fondi Pac (Piano di Azione e Coesione), non è stato reso fruibile, neppure in coincidenza della ripresa delle attività didattiche, così come annunciato durante l’estate dall’amministrazione comunale.

Per l’infrastruttura pubblica, il futuro appare del tutto indecifrabile. Nel frattempo tra uno sbadiglio e l’altro, in assenza di vigilanza nel asilo di Macchia ignoti ladri hanno perpetrato un furto che ha complicato ulteriormente il quadro. Con danni per oltre 10 mila euro.

Trafugati decine di radiatori ventilati (foto a destra), collettori di rame, rubinetterie di lavabi, miscelatori per doccia, due gruppi miscelatori di una piletta. Sono stati poi pesantemente danneggiati gli impianti termici (foto sopra).

Non meno, importante, poi, l’aspetto procedurale fortemente condizionato dalla burocrazia e dalla carenza di personale. Il bando per la gestione del micro asilo di via Russo è ancora in fase di lavorazione, la Centrale Unica di Committenza che avrebbe dovuto essere la cabina di regia, non ha ancora completato tutti i passaggi obbligatori: l’emanazione di un avviso pubblico, gli adempimenti legati al Mepa (il mercato elettronico della pubblica amministrazione) con la gara pubblica che prevede la formula dell’offerta più vantaggiosa.

L’assessore alle Politiche Sociali, Enza Rosano, afferma che, relativamente ai danni procurati dall’azione criminale, “l’Area Tecnica ha avuto il mandato di ripristinare le condizioni del luogo mentre, contemporaneamente, prosegue il lavoro per effettuare il bando che, seppure a rilento, sta andando avanti. L’amministrazione D’Anna è consapevole delle problematiche che comporta il ritardo nell’avvio del servizio del micro asilo nido di Macchia, soprattutto per le famiglie che ne avrebbero necessità.

Purtroppo – osserva l’assessore Rosano – in una situazione di pochissime risorse economiche, il furto che abbiamo subìto, è un danno notevole e comporterà, oltre ad un ulteriore esborso di denaro pubblico (cioè di tutti), anche un ulteriore ritardo nell’avvio del servizio”.

Potrebbero interessarti anche