Catania
15°

Letture di Agosto: 5 romanzi dal mondo dei giochi

Letture di Agosto: 5 romanzi dal mondo dei giochi

Quando un gioco diventa romanzo e la trama si trasforma in un quiz da risolvere, un puzzle da montare. Cinque letture per far dimenticare il caldo e l’afa.

Cominciamo con il più improbabile protagonista di una storia: il professionista di viabilità stradale Mr. Haklyut. A lui è affidato l’incarico di progettare un sistema efficiente di mobilità nella città di Vados, capitale di dello Stato dell’Aguazul, uno Stato immaginario del sud America. Niente di più prosaico se non fosse che il romanzo di fantascienza La scacchiera creato dall’immaginazione di John Brunner si sviluppa lungo le direttrici strategiche di una partita a scacchi. Il miglior modo per seguirne la trama , con i suoi numerosi colpi di scena, sarebbe quello di avere una scacchiera e i suoi pezzi sul tavolo di fianco a noi. Un giallo ben articolato che esce fuori dai confini del genere con un finale che è un vero e proprio colpo di genio machiavellico.

OASIS è il mondo digitale creato dalla fantasia di Ernest Cline, l’autore, e dall’ingegno di James Halliday, il personaggio. Il migliore dei mondi possibili su di un pianeta distopico, la nostra cara Terra, in cui l’unica alternativa possibile è rimasta l’immersione nella realtà virtuale. La trama si sviluppa lungo le direttrici  del gioco stesso e del protagonista, il nerd diciottenne Owen Watts, che dovrà risolvere quiz, indovinelli e superare i trabocchetti mentali creati da Halliday per arrivare a diventare l’unico proprietario di OASIS.  Un mix di cultura pop anni Ottanta, giochi di ruolo e l’universo ludico dei videogames sono alcuni degli elementi che fanno di Player One un romanzo per tutti i nostalgici di Dungeons and Dragons, Ritorno al futuro e Casa Keaton.

Il maestro di go del premio nobel giapponese Kawabata Yasunari, prende avvio da una leggendaria partita di go disputata tra il maestro invincibile  Shūsai e il suo giovane sfidante Ōtake, a cui l’autore ha assistito alla fine degli anni quaranta come giornalista. Sedici lunghi anni di lavoro per portare a termine un romanzo in cui la partita si trasforma in metafora per narrare la millenaria cultura del Giappone. Mossa dopo mossa questo universo tradizionale di antica saggezza si trova a fare i conti con una modernità rapida ed implacabile che senza malinconia va incontro al proprio futuro, mai come allora incerto. Per gli appassionati di cultura giapponese e per tutti coloro che vogliono saperne di più sul gioco del go.

La storia vera di un gruppo di ragazzi appassionati di matematica e del loro professore che si sono cimentati nell’impresa senza precedenti di sbancare con la sola forza della loro mente i casinò di Las Vegas. In Blackjack Club, Ben Mezrich muove la trama lungo due percorsi narrativi paralleli in cui le sue indagini condotte ai tavoli da gioco si intrecciano alla vera storia di chi a  quei tavoli ha partecipato vincendo grazie ad una tecnica basata sulla distribuzione delle probabilità. Lo scopo del gioco, come sappiamo, è ottenere un punteggio più alto del banco senza superare 21 e le diverse varianti offrono percentuali di vincita differenti. Tra queste la piattaforma William Hill di blackjack online mette a disposizione la variante  “surrender” che permette di recuperare metà della puntata prima di uscire dalla partita. Chi sa se sarebbe piaciuta a ragazzi del MIT?

Una scomparsa misteriosa, una vecchia scacchiera abbandonata sul luogo di un delitto. Sui quadrati d’ebano e d’avorio una partita lasciata a metà. Chi è il colpevole? E qual è il movente? La variante di Lüneburg  di Paolo Mauresing è congegnato come una partita a scacchi e come in ogni partita vincitore e vinto si sveleranno alla fine lungo un percorso narrativo che si sviluppa attraverso gli anni bui della prima metà del Novecento. Un giallo che si disvela  attraverso flashback che offrono indizi ambigui al lettore conducendolo sempre più all’interno di una foresta di intrighi e misteri.

Per coloro che amano gli scacchi – vista la competenza tecnica dimostrata da Mauresing – e per coloro che amano addentrarsi nelle ben più intricate strategie delle emozioni umane.

 

 

Potrebbero interessarti anche