Catania
18°

Leggere le bollette, solo 1 italiano su 10 sa farlo

Leggere le bollette, solo 1 italiano su 10 sa farlo

Secondo uno studio condotto da Lorien Consulting commissionato da Estra, solo il 12% dei consumatori italiani sa leggere correttamente le bollette delle utenze. Infatti, sembrerebbe che la maggior parte delle persone si limiti a prendere visione della cifra da corrispondere senza analizzare le voci di costo elencate. Un costo che spesso, proprio per questo motivo, diventa sempre più salato.

Bollette più care? Il motivo è legato all’incapacità di lettura

Se il 12% degli italiani non sa leggere le bollette, lo studio condotto da Estra rivela che il 72% non ha idea di quanto pagherà di gas, mentre il 60% disconosce totalmente il costo delle proprie bollette di luce elettrica. E la confusione va a braccetto con l’aumento dei costi, dovuto soprattutto a tasse e tariffe aggiuntive che si perdono nel marasma del foglio, rendendo la bolletta pressoché incomprensibile. In particolar modo, questo accade con i documenti emessi da un fornitore appartenente al libero mercato, che mancano di un format standardizzato, qualità che se non altro appartiene alle bollette delle aziende operanti nel mercato tutelato.

Come risparmiare sulla bolletta?

Il primo step da compiere per risparmiare e tagliare i costi è imparare a leggere la bolletta per comprendere ogni singola voce di costo cosa riguarda. Un’operazione di certo non semplice: secondo le stime di Estra, ci vogliono circa 6 ore per studiare in toto una fattura energetica.

Il passo successivo verso il risparmio è capire se il proprio fornitore è il più conveniente. Per fare questo, è utile confrontare le varie offerte luce e gas su portali dedicati come comparasemplice.it e vedere chi offre tariffe migliori nella propria zona.

Ci sono anche altri modi per risparmiare in bolletta: ad esempio usando la luce in casa solo quando serve, fare manutenzione degli elettrodomestici e acquistare quelli di classe energetica alta e installare infissi termoprotettivi per evitare dispersioni di calore.

Come leggere le bollette?

Innanzitutto, è possibile richiedere la nuova bolletta sintetica che, grazie al nuovo formato semplificato, consente di avere un quadro generale chiaro e comprensibile delle voci di spesa. In questo documento, poi, vanno controllate voci di costo come le spese per la materia (costo dell’energia), per il trasporto, per gli oneri di sistema e infine l’ammontare dell’IVA e delle altre tasse. I costi che incidono maggiormente sull’importo delle bollette sono contenuti in queste voci: dunque, un attento confronto di esse è fondamentale per rilevare eventuali discrepanze e per sapere se quello che si sta spendendo è commisurato al consumo.

 

 

Potrebbero interessarti anche