Catania
32°

Acireale, morte sospetta in ospedale 82enne giarrese: eseguita l’autopsia

Acireale, morte sospetta in ospedale 82enne giarrese: eseguita l’autopsia

E’ stata eseguita ieri pomeriggio alle 16,  nell’obitorio del presidio ospedaliero di Acireale, l’autopsia sul corpo della donna 82enne di Giarre che il 12 marzo scorso è deceduta in circostanze sospette all’ospedale Santa Marta e Santa Venera di Acireale, in seguito ad una fatale emorragia che ha provocato l’arresto cardiaco.

All’anziana donna, il 3 aprile scorso, era stato impiantato un pacemaker, al termine di un intervento eseguito in una struttura sanitaria convenzionata del Catanese. Martedì della scorsa settimana la donna, pochi giorni dopo il suo rientro a casa, aveva accusato dei forti dolori intercostali. Soccorsa dai propri familiari era stata accompagnata al pronto soccorso dell’ospedale di Acireale. I medici del nosocomio acese, nell’immediatezza, avevano deciso di effettuare una radiografia al torace senza però comprendere l’origine di quei dolori lancinanti.

Dopo circa 18 ore di ricovero preventivo nell’astanteria del pronto soccorso, l’anziana donna era stata sottoposta ad ulteriori e più approfonditi accertamenti diagnostici, una tac che ha un versamento massivo di sangue nella gabbia toracica. Poco dopo la paziente era andata in choc e a nulla erano valsi i tentativi di rianimarla.

I figli della donna avevano quindi sporto denuncia ai carabinieri, ravvisando delle presunte anomalie procedurali e la salma, su disposizione della Procura era stata sequestrata. I magistrati inquirenti Fabio Saponara e Angelo Brugaletta, ieri hanno conferito l’incarico peritale ai medici legali Maria Grazia Tumino ed Eugenio Vinci.

I parenti della donna hanno nominato il loro medico legale di parte, il dott. Pietro Piccirillo. I consulenti depositeranno i risultati dell’esame autoptico entro 60 giorni, salvo proroghe.

Potrebbero interessarti anche