Giarre, in Consiglio l'attività ispettiva dell'opposizione -
Catania
10°

Giarre, in Consiglio l’attività ispettiva dell’opposizione

Giarre, in Consiglio l’attività ispettiva dell’opposizione

Numerosi delicati temi sono stati al centro dell’attività ispettiva, nell’ultima seduta del Consiglio comunale. Dai banchi dell’opposizione il consigliere Alfio Tomarchio si è soffermato sul futuro dell’Unità Operativa di Cardiologia, in seguito al pensionamento del medico responsabile. In questo senso sono state sollecitate le necessarie pressioni per la salvaguardia dell’ospedale, attuando opportune iniziative.

Il sindaco Cantarella ha precisato: “E’ ormai imminente l’istituzione di una commissione di studio sull’ospedale, vogliamo però coinvolgere anche i presidenti dei Consigli dei Comuni facenti parte del distretto sanitario, per avere una unica voce sul tema ospedale.

L’obiettivo è quello di richiedere in tempi brevi un’audizione in Regione, presso l’assessorato alla Salute”. Il consigliere Tomarchio ha poi sollecitato l’amministrazione ad attivarsi per migliorare la segnaletica stradale orizzontale e verticale, vistosamente carente e inadeguata.

Il tema del randagismo è stato invece affrontato dal consigliere di minoranza, Carmelo Strazzeri, che si è fatto portavoce, in aula, delle preoccupazioni di un gruppo di genitori, allarmati per la presenza a Macchia di un branco di cani randagi che si aggira nei pressi del plesso Manzoni di viale Mediterraneo.

L’assessore alle Politiche Animaliste, Giuseppe Cavallaro, ha replicato mettendo in rilievo i gravi ritardi dell’Asp veterinaria per la sterilizzazione dei cani. Mentre proseguono incessanti le microchippature. Il consigliere Leo Patanè, ha lanciato l’allarme su un muro pericolante a San Giovanni Montebello e sulle troppe caditoie ancora da bonificare.

Nel corso della seduta il sindaco Cantarella ha tributato un ricordo all’ex assessore Nicolò Mineo, scomparso nei giorni scorsi.

Potrebbero interessarti anche