Riposto, al via cantieri al porto commerciale e a Torre Archirafi -
Catania
24°

Riposto, al via cantieri al porto commerciale e a Torre Archirafi

Riposto, al via cantieri al porto commerciale e a Torre Archirafi

Con il supporto finanziario del Flag Riviera Etnea dei Ciclopi e delle Lave di cui il Comune di Riposto è socio, entrano nella loro fase attuativa due importanti interventi in favore dei porti di Riposto e Torre Archirafi, i cui rispettivi lavori sono stati entrambi appaltati.
Nel molo commerciale di Riposto l’intervento – i cui cantieri prenderanno il via nei prossimi giorni – consiste nella realizzazione di una isola ecologica a servizio dei pescatori, ai fini della separazione merceologica dei rifiuti per un successivo corretto smaltimento, destinato al riutilizzo, al riciclaggio e al recupero della materia prima. L’isola sarà ubicata all’ingresso del porto commerciale, all’interno dell’area di competenza dell’Autorità portuale di Riposto e sarà posizionata a circa 200 metri dalla strada principale; l’isola avrà un duplice scopo: porsi come soluzione dei problemi legati al conferimento dei rifiuti raccolti in mare dagli operatori della pesca e nel contempo favorire un contenimento dei costi per lo smaltimento dei rifiuti. Per la realizzazione dell’isola ecologica che avrà una superficie di 100,00 mq è stata preventivata una spesa di 93 mila euro. I lavori che avranno la durata di circa un mese, come detto, prenderanno il via nei prossimi giorni.
A Torre Archirafi, invece, ai nastri di partenza un secondo intervento finanziario grazie al Flag Riviera Etnea dei Ciclopi e delle Lave. Come sottolineano il sindaco Enzo Caragliano e l’assessore ai Lavori pubblici, Rosario Caltabiano, si tratta della rifunzionalizzazione dell’approdo di Torre, al fine di ripristinarne l’agibilità per le imbarcazioni dei pescatori, tradizionali fruitori del porticciolo. Gli interventi hanno lo scopo di migliorare la quantità e la qualità delle strutture e dei servizi presenti all’interno del complesso portuale di Torre e consistono nel miglioramento delle condizioni di sicurezza con la ristrutturazione e l’ammodernamento delle banchine attraverso il rifacimento della degradata pavimentazione e la realizzazione di una nuova pavimentazione in pietra lavica.

Prevista la collocazione di una fontana artistica nella radice del porticciolo, realizzazione do caditoie per lo smaltimento delle acque meteoriche e di un terrazzo con affaccio sul mare. Il progetto prevede anche un impianto di illuminotecnica, allo scopo di rendere fruibile in sicurezza la banchina del porto nelle ore serali e notturne. Per questo intervento, per il quale si è già provveduto ad appaltare i lavori, è stata preventivata una spesa di 157 mila euro. La durata dei lavori è di circa 1 mese.
“Riqualificazione degli spazi portuali, turismo nautico di qualità, sviluppo economico ed opportunità di lavoro – affermano il sindaco Enzo Caragliano e l’assessore Rosario Caltabiano – sono finalmente un traguardo possibile in questo caso grazie ai fondi e ai progetti del Flag che ci consentono di rifunzionalizzare l’approdo di Torre Archirafi anche attraverso interventi di riqualificazione che andranno ad accrescere i servizi offerti dal borgo marinaro, mentre nel porto commerciale di Riposto la realizzazione dell’isola ecologica si pone come soluzione per contenere i costi di conferimento dei rifiuti raccolti in mare dagli operatori della pesca”.

Potrebbero interessarti anche