Zafferana, assemblea del Gal Terre dell'Etna e dell'Alcantara, il presidente Mangano illustra il piano di azione -
Catania
25°

Zafferana, assemblea del Gal Terre dell’Etna e dell’Alcantara, il presidente Mangano illustra il piano di azione

Zafferana, assemblea del Gal Terre dell’Etna e dell’Alcantara, il presidente Mangano illustra il piano di azione

Nell’aula consiliare del municipio di Zafferana si è svolta l’assemblea ordinaria del Gal Terre dell’Etna e dell’Alcantara, nel corsi della quale sono state approvate la bozza di bilancio al 31-12-2019, le previsioni di spesa per l’anno in corso. Il presidente del Gal, Piero Mangano ha poi illustrato la road map tracciata e gli obiettivi prioritari.    “L’attività del GAL – ha rimarcato il presidente Mangano – si è concentrata essenzialmente su tre ambiti principali. Baricentro degli impegni assunti  l’attuazione del Pal con la redazione dei Bandi e l’0adeguamento degli stessi ai modelli inviati dall’Assessorato. Sono stati, redatti, approvati (sia dal Servizio 3 che da AGEA) i bandi GAL relativi alle Misure 7.2, 6.4 c Ambito 2 ,e 7.5 . Nel dettaglio la misura 7.2 del PSR, Azione 3.2.1 del PAL “Sostegno ad investimenti finalizzati alla creazione, al miglioramento o all’espansione di ogni tipo di infrastruttura su piccola scala  ha una dotazione pari a 500.000,00. Finanzia interventi relativi ad opere viarie (ripristino di strade comunali utili alla fruizione naturalistica) e recupero di edifici e manufatti di pregio e spazi pubblici di elevato valore naturalistico”. Il presidente del Gal, Piero Mangano si è poi soffermato sulla misura relativa 6al  sostegno agli investimenti per la creazione e lo sviluppo di attività extra agricole nei settori commercio, artigianale, turistico in ambito turismo sostenibile.  Nel caso specifico – ha spiegato Mangano –  beneficiari delle azioni sono gli imprenditori agricoli, i coadiuvanti familiari che diversificano la loro attività attraverso l’avvio di attività extra agricole; le ditte individuali (iscritte alla CC.I.AA.), le microimprese e le piccole imprese”. Il presidente del Gal Mangano ha poi illustrato  la Misura 7.5 PSR che attiva l’azione 2.1.1 “Sostegno a investimenti di fruizione pubblica in infrastrutture ricreative, informazioni turistiche e infrastrutture turistiche su piccola scala”. I beneficiari dell’Azione 2.1.1 del PAL Terre dell’Etna e dell’Alcantara, in linea con la strategia GAL, sono: Enti Locali, enti pubblici, partenariati pubblico-privati, ONG ed Enti di diritto privato senza scopo di lucro aventi come finalità statutaria lo sviluppo turistico e ricreativo. La dotazione finanziaria del primo bando ammonta ad 700.000,00 euro di spesa pubblica (intensità di aiuto pari al 100% e progetto max pari a 100.000,00 euro). E in fase di pubblicazione il bando relativo alla misura 6.4.c, 3 ambito “valorizzazione del patrimonio ambientale e naturalistico”, Azione 3.1.1 del PAL “Sostegno agli investimenti per servizi di manutenzione ambientale e per la valorizzazione del patrimonio ambientale e naturalistico”.  I beneficiari delle azioni sono gli imprenditori agricoli, i coadiuvanti familiari che diversificano la loro attività attraverso l’avvio di attività extra agricole; le ditte individuali (iscritte alla CC.I.AA.), le microimprese e le piccole imprese. Il presidente del Gal Piero Mangano ha informato i soci e i componenti del CdA che l’Ufficio di Piano sta lavorando, in sinergioa con il Servizio 3 dell’Assessorato, per la predisposizione del bando modello della misura PSR 4.1 Sostegno ad investimenti nelle aziende agricole. Azione PAL 1.1.1. Attualmente la bozza è al vaglio del responsabile di Misura. Non solo. Sempre l’ufficio di Piano sta predisponendo una rimodulazione del Piano per destinare delle somme aggiuntive al bando 16.3, AZIONE PAL: 1.3.1 Cooperazione tra piccoli operatori per organizzare processi di lavoro comuni e condividere commercializzazione, sviluppo e turismo, di cui si dispone di bando modello che rappresenta un importante supporto di promozione del territorio a cui occorre dare maggiore slancio, visto il momento storico.  Il presidente Mangano ha poi ricordato che nel periodo compreso tra l’autunno e l’inverno scorso “sono stati avviati diversi incontri con il Dipartimento alla Programmazione per la definizione delle procedure di attuazione delle Azioni del PAL relative alle misure del PO FESR, afferenti ai diversi assessorati (ambiente, attività produttive). Nel quadro delle attività del Gal è stato poi fatto il punto sul  Progetto EmbleMaTIC che ha tra i suoi obiettivi primario quello di creare e testare delle nuove formule ed offerte di turismo sostenibile, localizzato nelle aree interne a ridosso di quelle costiere, basato sulle specifiche pecularietà delle montagne che hanno aderito al network EMM.

EMbleMatiC contribuirà a bilanciare il flusso turistico dal mare alla montagna ed a migliorare il sistema economico locale attraverso il coinvolgimento degli abitanti e degli attori locali. Un flusso di visitatori che possa scoprire le aree interne con tutte le sue bellezze naturali, storiche, culturali e produzioni locali. Una diversa offerta turistica, una offerta di turismo esperienziale in contrapposizione al turismo di massa della costa. “Il progetto è stato concluso con la realizzazione del materiale promozionale (guida e cartina), la installazione della cartellonistica nonchè la pubblicazione di inserti su riviste specializzate, la partecipazione a fiere di settore per la promozione del territorio. La conclusione del progetto è stata presentata agli stakeholder ed alle amministrazione del GAL con due eventi conclusivi nel mese di ottobre”.

Il GAL ha aderito al “Distretto delle Filiere e dei Territori di Sicilia in rete”. Il Distretto coinvolge 60 Comuni, nei cui territori operano le 6.157 imprese agricole; 15.286 addetti; 60 forme associative di imprese agricole; 30 imprese agroalimentari e di trasformazione; 4 agenzie di sviluppo territoriale; 5 Flag (Gruppi di Azione Costiera); 16 Gal (Gruppi di Azione Locale); 3 distretti produttivi agroalimentari (Agrumi di Sicilia; Ortofrutticolo di qualità della Val di Noto; Pesca e Crescita blu); il distretto turistico “Dea di Morgantina”; 5 consorzi pubblici di Ricerca; oltre all’Esa (Ente di sviluppo agricolo) e a numerosi altri soggetti. A questo si aggiunge un ampio partenariato che copre l’intero territorio siciliano.  Obiettivi del Distretto: promuovere e valorizzare le filiere agroalimentari strutturate nei distretti produttivi, le imprese che ne fanno parte, le produzioni di qualità e i loro consorzi di tutela, nel rispetto dell’ambiente, del territorio e dei consumatori nell’ambito dello sviluppo territoriale sostenibile e nella prospettiva di realizzare gli obbiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite; promuovere la Dieta Mediterranea come riconosciuta dall’Unesco e dalla comunità scientifica quale alimentazione e stile di vita sano e longevo che può contribuire a prevenire malattie oncologiche e cardiocircolatorie e diminuire la obesità infantile;  valorizzare le risorse turistiche collegate ai territori di produzione, attraverso il turismo relazionale integrato e sostenibile; garantire la sicurezza alimentare a tutti i consumatori e diminuire l’impatto ambientale delle produzioni tramite la green e blue economy. Potenziare l’economia della biodiversità siciliana, per progettare un futuro sostenibile recuperando la cultura contadina e i saperi della diverse civiltà che si sono susseguite nella storia millenaria della Sicilia.

Il Distretto ha partecipato al Bando del MIPAF (scaduto il 18 giugno). L’importo degli investimenti previsti supera i 14 milioni di euro e prevede investimenti materiali e immateriali nelle aziende agricole connessi alla produzione primaria per più di 6,2 milioni di euro; oltre 4,6 milioni per investimenti nel settore della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli; 2,1 milioni per la partecipazione dei produttori agricoli ai regimi di qualità e per le misure promozionali e, infine, 1,7 milioni per programmi di ricerca e sviluppo applicati al settore agricolo.

Potrebbero interessarti anche