Riposto, un nucleo familiare liberato dal figlio-fratello violento -
Catania
17°

Riposto, un nucleo familiare liberato dal figlio-fratello violento

Riposto, un nucleo familiare liberato dal figlio-fratello violento

I Carabinieri della Stazione di Riposto, coadiuvati da quelli del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Giarre, hanno arrestato nella flagranza un pregiudicato del posto di anni 36, poiché ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia, reati commessi contro il padre di anni 60, la madre di anni 55 e la sorella minore di anni 13.

In preda quasi sempre ai fumi dell’alcol, da circa un anno vessava assiduamente i genitori e la sorella minore, quest’ultima sempre presente alle minacce di morte indirizzate al padre ed alla madre e agli scatti d’ira che il più delle volte finivano con il danneggiamento da parte dell’esagitato del mobilio di casa.

L’episodio clou, avvenuto pochi giorni fa, ha costretto le vittime a chiedere aiuto ai carabinieri. L’uomo, dopo diverse minacce dal tenore inequivocabile “vi devo ammazzare!” espresse anche tramite il vibrare di una forbice, farneticava frasi quali “qui comando io, dovete fare quello che dico io!.

Perfino in presenza dei militari, che lo hanno bloccato, ha continuato imperterrito a minacciare i genitori gridando a squarciagola che appena i carabinieri se ne fossero andati li avrebbe ammazzati. Alla richiesta del padre di lasciare immediatamente l’abitazione, il figlio rispondeva con tono sempre minaccioso che non avrebbe mai lasciato l’immobile se non gli fossero stati consegnati le chiavi della macchina e una Tv, che riteneva fossero di sua proprietà.

Condotto in caserma, dopo le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza dove permane così come deciso dal G.I.P. in sede di convalida.

Potrebbero interessarti anche