Catania, scommesse clandestine on line in un locale "fai da te" -
Catania
23°

Catania, scommesse clandestine on line in un locale “fai da te”

Catania, scommesse clandestine on line in un locale “fai da te”

Durante il servizio di controllo del territorio, agenti di polizia del Commissariato Nesima hanno notato movimenti sospetti di alcune persone che sostavano in una stradina laterale del Corso Indipendenza.

Alla vista dell’auto della Polizia, molti dei presenti hanno cercato di allontanarsi con discrezione, ma sono stati prontamente fermati dagli agenti che, nel frattempo, si sono accorti che, all’interno di un vicino garage, era stata staccata repentinamente la corrente elettrica.

L’autore del gesto è stato subito identificato per un pluripregiudicato e, di conseguenza, controllato. Nel contempo, insospettiti dal quanto era accaduto, i poliziotti sono entrati all’interno del garage, riscontrando l’esistenza di una vera e propria sala clandestina per giochi proibiti e scommesse on line non autorizzate.

Su richiesta dei medesimi agenti, sono giunti in ausilio i poliziotti della squadra Amministrativa del Commissariato Nesima e, successivamente, anche personale del Reparto Annona della Polizia Municipale. Gli operatori hanno inventariato un calcio balilla, di un tavolo da biliardo, entrambi provvisti di gettoniera, e di quattro postazioni da gioco collegate on line a siti per scommesse e giochi di vario tipo, anche questi tutti a pagamento.

Dopo aver individuato il gestore dell’attività illegale, il pregiudicato che aveva precedentemente staccato l’alimentazione elettrica, i poliziotti gli hanno contestato molti addebiti penali e amministrativi (per questi ultimi, le sanzioni ammontano a un totale di 156.500 Euro). Inoltre, tutte le apparecchiature informatiche sono state sequestrate penalmente.

Giova rappresentare che in merito all’attività illegale scoperta sono ancora in corso accertamenti al fine di appurare ulteriori responsabilità.

Nel corso della settimana appena trascorsa, sono stati intensificati i servizi di controllo del territorio, istituendo anche svariati posti di blocco per la tutela della sicurezza stradale e della prevenzione dei reati contro il patrimonio che hanno permesso di ottenere i seguenti risultati:

Potrebbero interessarti anche