Castiglione di Sicilia: fondi ministeriali per la messa in sicurezza della rete viaria -
Catania
31°

Castiglione di Sicilia: fondi ministeriali per la messa in sicurezza della rete viaria

Castiglione di Sicilia: fondi ministeriali per la messa in sicurezza della rete viaria

Sono stati ottenuti dalla municipalità etnea, che li sta utilizzando per migliorare la percorribilità di alcune strade comunali, a cominciare da quella di collegamento con il vicino centro di Mojo Alcantara, per la quale nelle settimane scorse il locale Comitato Civico “Strade Sicure” aveva avanzato un’apposita richiesta al sindaco Antonio Camarda

Alcune settimane addietro il Comitato Civico “Strade Sicure”, costuito e guidato a Castiglione di Sicilia dal “vulcanico” insegnante Giovanni Di Dio, aveva pubblicamente invocato un intervento di rifacimento del manto stradale dell’arteria ricadente in contrada Guarino, nel territorio della frazione di Verzella, ed esattamente nei pressi del bivio che conduce nel vicino Comune di Mojo Alcantara. Questo asse viario risultava infatti pressoché impercorribile a causa soprattutto delle numerose buche, che mettevano a repentaglio la sicurezza degli automobilisti, specie nel tratto iniziale lungo circa cinquecento metri.

Ci stiamo esprimendo con verbi al passato in quanto nei giorni scorsi l’Amministrazione Comunale castiglionese, guidata dal sindaco Antonio Camarda, ha accolto l’appello del comitato civico mettendo in sicurezza tale particolarmente transitata strada di collegamento tra Castiglione e Mojo.

«Avevamo chiesto – dichiara Giovanni Di Dio, presidente del Comitato “Strade Sicure” – di inserire tale intervento nel bando della cosiddetta “Democrazia Partecipata”, ossia lo strumento fornito ai cittadini per poter democraticamente decidere, attraverso un’apposita consultazione popolare, di destinare ad una determinata finalità almeno il due per cento delle somme assegnate annualmente dalla Regione Siciliana al proprio Comune. Ma non ce n’è stato bisogno in quanto l’Amministrazione Comunale ha prontamente accolto la nostra richiesta. Di questo ringraziamo il sindaco Antonio Camarda e l’ingegnere Alessandro Ferrara, assessore comunale ai Lavori Pubblici ed alla Viabilità, per la sensibilità dimostrata».

Come spiega il primo cittadino castiglionese Camarda, quanto sollecitato dal Comitato “Strade Sicure” è rientrato in un più generale “pacchetto” di interventi per il miglioramento della viabilità comunale attraverso l’utilizzo dei fondi messi a disposizione degli enti locali da un Decreto Ministeriale del 10 gennaio 2019.

«Grazie a questi fondi – sottolinea il sindaco Antonio Camarda – oltre che sulla strada che dalla S.P. 2 porta a Mojo Alcantara siamo intervenuti anche sulla Via Castiglione, e nei prossimi giorni sarà la volta pure di Via Abate Coniglio, ubicata nel centro cittadino. Stiamo insomma cercando di superare le varie criticità presenti ormai da molti anni nella rete viaria castiglionese. A breve, inoltre, ci occuperemo delle strade extraurbane e rurali e sfrutteremo le opportunità offerteci da due cantieri di lavoro ed uno di servizi finanziati dalla Regione Siciliana».

Rodolfo Amodeo

 

FOTO: da sinistra Antonino Damico, Giovanni Di Dio e Franco Mercia, rispettivamente consigliere, presidente e vicepresidente del Comitato “Strade Sicure” e, nel riquadro, il sindaco Antonio Camarda e l’assessore Alessandro Ferrara

Potrebbero interessarti anche