Catania

Giarre, nel 2018 elevate circa 10.000 multe: 7000 riguardano le “strisce blu”

Giarre, nel 2018 elevate circa 10.000 multe: 7000 riguardano le “strisce blu”

Multe col tablet a partire da quest’anno a Giarre. Vigili urbani e ausiliari della sosta non utilizzeranno più i libretti cartacei ma saranno dotati di tablet con cui potranno geolocalizzare il luogo in cui è avvenuta l’infrazione e inviare, in tempo reale, la multa al database del comando della polizia municipale. Con una ministampante portatile si potrà stampare una multa formato scontrino.

Il comandante della polizia municipale Maurizio Cannavò ha quantificato che, nel 2018, sono state elevate circa 10mila multe. Di queste, 7000 circa riguardano le strisce blu. Il resto riguarda infrazioni al codice della strada. Solo a ottobre sono stati individuati un centinaio di veicoli senza assicurazione.

In tutto il 2018, sono state 7 le patenti di guida ritirate o scadute, 10 le carte di circolazione scadute, 3 automobilisti sono stati trovati senza patente perché mai conseguita, mentre due sono stati trovati in stato di ebbrezza e due multe sono state elevate a persone che lanciavano oggetti dall’auto in movimento.

Lo scout speed, l’apparecchio montato sopra un’auto dei vigili urbani che rileva le infrazioni al codice della strada, a breve rileverà anche la sosta sui marciapiedi o in prossimità degli incroci, soprattutto nei punti nevralgici e dove si crea intralcio alla circolazione.

Il Comune si è già dotato di 4 tablet: due saranno dati agli operatori delle strisce blu e due agli agenti di polizia municipale. Inviati, inoltre, i ruoli relativi alle multe non pagate nel 2014 per un importo di 340mila euro circa. Contestualmente parte anche il fermo amministrativo.

Dai proventi delle multe il Comune dovrebbe trovare i soldi per la manutenzione stradale, dalla copertura delle buche e sino al programmato rifacimento di un tratto di via Ungaretti.

Potrebbero interessarti anche