Le “peripezie” della professoressa Musso -
Catania
27°

Le “peripezie” della professoressa Musso

Le “peripezie” della professoressa Musso
A Francavilla di Sicilia c’è anche chi, una volta tanto, riesce a sfatare il triste luogo comune del “nemo propheta in patria”: è la giovane insegnante di danza e coreografa Mariella Musso, una “francavillese doc” la quale nei mesi scorsi, vincendo la pubblica gara per l’affidamento della gestione della palestra comunale di Via Umberto, ha “sfrattato” il precedente gestore “straniero”, proveniente da un Comune del Catanese.

C’è pur sempre, tuttavia, una specie di strano “sortilegio” che impedisce ai francavillesi di potersi esprimere al meglio nel loro paese. La Musso, infatti, sta continuando ad operare nelle sue palestre private di Francavilla e Giardini Naxos in quanto, ad oltre quattro mesi dall’aggiudicazione, non è ancora riuscita a mettere piede nell’impianto comunale.

«Il precedente gestore e la sua associazione – spiega al riguardo la professoressa Musso – hanno chiesto venti giorni di tempo per effettuare le operazioni di trasloco; ma sta di fatto che lo smontaggio del materiale preesistente (attrezzistica ed impianti vari) ha provocato dei danni strutturali all’immobile, che adesso, per essere nuovamente frequentabile, necessita di una spesa di circa ventimila euro. Intanto, per quanto mi riguarda, mi sto facendo seguire da un legale in quanto trovo ingiusta, e comunque indipendente dalla mia volontà, tutta questa perdita di tempo dall’aggiudicazione della gara all’inizio dei corsi, che io ed i miei collaboratori abbiamo predisposto con tanto entusiasmo, sperando nella collaborazione dei francavillesi: nella palestra comunale ci sarà finalmente a loro disposizione una “paesana” che, malgrado sia pienamente realizzata professionalmente, ha tanta voglia di mettersi al servizio dei propri concittadini».

Proprio nelle settimane scorse, Mariella Musso ha ricevuto l’ambita nomina a Tecnico della Commissione Regionale della F.I.D.S. (unica federazione di danza sportiva riconosciuta dal C.O.N.I.) per il Comparto delle Danze Accademiche (comprendenti la danza classica e contemporanea ed il modern-jazz); e grazie a tale prestigiosa qualifica ha già guidato uno stage di formazione, tenutosi a Catania, frequentato anche da insegnanti federali.

Chissà se nella sua “spigolosa” Francavilla tale eccellente professionista potrà ricevere delle gratificazioni consone al valore che ovunque le viene riconosciuto.

Rodolfo Amodeo

Potrebbero interessarti anche