Giarre, arrestato per estorsione il pianista ripostese Gianfranco Pappalardo Fiumara VD -
Catania
24°

Giarre, arrestato per estorsione il pianista ripostese Gianfranco Pappalardo Fiumara VD

Giarre, arrestato per estorsione il pianista ripostese Gianfranco Pappalardo Fiumara VD

VIDEO: IL BLITZ SUL VIALE STURZO


Il noto pianista ripostese Gianfranco Pappalardo Fiumara è stato arrestato ieri pomeriggio, poco prima delle 15, dai carabinieri a Giarre, al termine di un blitz scattato dinanzi la chiesa di San Matteo a Trepunti, con la pesante accusa di estorsione.

Il maestro, già vice sindaco di Riposto – come riferiscono numerosi testimoni – è stato bloccato da un gruppo di carabinieri, in abiti civili, che lo attendeva all’uscita dell’edificio sacro dove l’artista si era recato.

Secondo le poche notizie filtrate Pappalardo Fiumara che si accingeva a raggiungere a piedi la propria auto, in sosta sul viale Sturzo, è stato fermato dai militari che si sono qualificati e subito sottoposto ad un controllo personale.

I carabinieri hanno perquisito anche la vettura  dell’artista ripostese, una Toyota (nella foto a sinistra esclusiva) per poi condurre Pappalardo Fiumara presso una stazione dei Cc e sottoposto ad un lungo interrogatorio, al termine del quale, a notte fonda, su disposizione del magistrato inquirente, è stato condotto nel carcere di piazza Lanza a Catania.

Al momento su tutta la vicenda gli investigatori mantengono il più stretto riserbo. Quel che si è saputo è che la presunta estorsione sarebbe avvenuta in un “contesto privato”.  Il pianista ripostese è assistito dall’avvocato Enzo Guarnera.

 

LE REAZIONI

La Fondazione Festival Pucciniano di Viareggio, appresa la notizia dell’arresto del pianista Gianfranco Pappalardo Fiumara, consulente della Fondazione nel riporre piena fiducia nella magistratura ed augurandosi un positivo risvolto del fatto di cronaca, ha deciso, in via cautelativa, di sospendere l’incarico di consulenza.

“Sono amareggiato per la notizia che riguarda un consulente per i rapporti con il Mibac della Fondazione Festival Pucciniano, che, come riportato dalla stampa siciliana, avrebbe in questo momento gravi problemi con la giustizia. -dichiara Alberto Veronesi, presidente della Fondazione – Di comune accordo con il CDA e per mia diretta iniziativa, il professionista  viene immediatamente sospeso dalla carica. Riponiamo nella magistratura la massima fiducia ed esprimiamo il più vivo auspicio  che egli possa dimostrare la sua totale estraneità ai fatti contestatigli”.

 

Potrebbero interessarti anche