Catania
14°

Giarre, scoperte dalla Forestale altre due bombe ecologiche: gravi i reati ambientali

Giarre, scoperte dalla Forestale altre due bombe ecologiche: gravi i reati ambientali

Nel quadro di una operazione, agenti del Comando del Corpo Forestale di via Crispi a Giarre hanno scoperto, in distinti punti del territorio, due pericolose bombe ecologiche. A tal proposito, una dettagliata relazione a supporto di una notizia di reato, sarà comunicata alla Procura di Catania.

L’attività investigativa è ancora in corso di completamento e i dettagli del servizio saranno resi noti nelle prossime ore. Si apprende che la Forestale,  al termine di un controllo nella parte alta della frazione di Macchia, al confine con Sciara, ha localizzato numerosi cumuli di rifiuti pericolosi, in larga parte lastre di eternit, materiale edilizio, scarti provenienti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, rifiuti urbani di varia tipologia. E ancora: una quantità smisurata di ingombranti, compresi profilati in ferro, pneumatici, rifiuti di imballaggio.

Il materiale oltre a provocare danni ambientali, rappresenta un concreto pericolo anche sotto il profilo idraulico, considerato che, in caso di intense piogge, le acque del torrente ingrossandosi, rischiano di tracimare. Gli agenti del Corpo Forestale di Giarre, in un secondo sopralluogo, sulla scorta di alcune segnalazioni,  hanno riscontrato la presenza di una quantità importante di pneumatici abbandonati, a ridosso del torrente Minissale, nella parte terminale del corso d’acqua che sfocia in mare, in territorio di Calatabiano. Secondo quanto si è appresonel caso specifico, ignoti autori avrebbero scaricato un numero impressionante  di pneumatici, realizzando una pericolosa discarica di materiali altamente nocivi.  

Potrebbero interessarti anche