Catania
14°

Francavilla di Sicilia ed i disagi degli impiegati comunali: la Cgil “bacchetta” la Giunta Pulizzi

Francavilla di Sicilia ed i disagi degli impiegati comunali: la Cgil “bacchetta” la Giunta Pulizzi

Il dipartimento per la funzione pubblica dell’organizzazione sindacale è sceso in campo a difesa dei dipendenti del municipio di Piazza Annunziata, che stanno lavorando in uffici col tetto scoperchiato e, come sostiene qualcuno, “marcati a vista” dai consiglieri comunali

E’ approdato sui tavoli del dipartimento provinciale di Messina per la Funzione Pubblica della C.G.I.L. il caso degli impiegati al Comune di Francavilla di Sicilia costretti da alcuni giorni a lavorare in uffici con il tetto scoperchiato a causa dei lavori in corso per la messa in sicurezza della parte superiore del palazzo municipale di Piazza Annunziata.

La questione, recentemente sollevata dalla cittadina francavillese Patrizia Dai, da sempre impegnata in ambito sindacale, è adesso ad oggetto di una missiva, recante le firme del segretario provinciale della FP-Cgil Francesco Fucile (nel riquadro in foto) e del rappresentante territoriale per gli enti locali Alfio Elia Mandri, indirizzata al segretario comunale Anna Maria Costa e, per conoscenza, al sindaco Vincenzo Pulizzi.

«Questa organizzazione sindacale – hanno scritto Fucile ed Elia Mandri – non può restare indifferente a tali circostanze, ed invita l’Amministrazione Comunale di Francavilla di Sicilia a fornire immediatamente dettagliate notizie in merito, comunicando al tempo stesso i nominativi dei funzionari e/o dei professionisti esterni cui è stato conferito l’incarico di responsabili dell’esecuzione di tali lavori sul tetto del palazzo municipale».

Ma Fp- Cgil si spinge oltre, chiedendo anche conto e ragione delle “voci” di presunte “pressioni” esercitate da “qualcuno” sugli impiegati comunali francavillesi.

«A Francavilla di Sicilia – si legge nella lettera dell’organizzazione sindacale – si starebbe verificando una indebita ingerenza nella quotidiana attività lavorativa dei dipendenti municipali, nello specifico da parte di consiglieri comunali, probabilmente presi dal “sacro fuoco” di ciò che a loro giudizio è il “fare”. Ciò in dispregio delle normative e dei regolamenti che ben definiscono i ruoli ed i rapporti all’interno dell’ente nonché ignorando le relazioni interpersonali, che dovrebbero essere improntate al buon senso ed al reciproco rispetto.

«Ci permettiamo al riguardo di far osservare che il mandato conferito dall’elettorato ad un consigliere comunale consiste in tutt’altra attività di quella di “responsabile di cantiere”.

«La FP-Cgil si riserva, pertanto, ogni ulteriore iniziativa mirata alla tutela di chi lavora alle dipendenze del Comune di Francavilla di Sicilia onde garantirne la sicurezza e la serenità nell’espletamento delle rispettive mansioni.

«Auspichiamo al contempo che anche le autorità cui ci stiamo rivolgendo, ossia il segretario comunale ed il sindaco, si attivino in tal senso, richiamando tutte le parti in causa, ed in particolare i consiglieri comunali».

Rodolfo Amodeo

Potrebbero interessarti anche