Catania
15°

A Riposto uno degli atleti più anziani del mondo: l’albanese Sotir Qiriaqi

A Riposto uno degli atleti più anziani del mondo: l’albanese Sotir Qiriaqi

Il settantatreenne podista di Tirana, molto conosciuto nel suo Paese per aver rivestito prestigiosi ruoli politici, ha partecipato ieri mattina alla “Maratonina Blu Jonio”, battendo il proprio record personale. Negli ultimi vent’anni ha disputato quasi centocinquanta gare in ogni parte del mondo. Prima di recarsi nella cittadina marinara etnea, ha parlato di essa nelle interviste rilasciate alle emittenti televisive balcaniche

Tra le personalità sportive internazionali che ieri hanno disputato a Riposto la settima edizione della “Maratonina Blu Jonio”, organizzata dall’Associazione Podistica “Jonia Giarre”, c’era anche un atleta che ha del “fenomenale”: ci riferiamo all’albanese Sotir Qiriaqi, che all’età di settantatré anni continua a partecipare alle principali competizioni podistiche che si svolgono in tutto il mondo.

Sino ad oggi può vantare quasi centocinquanta gare, che lo hanno visto ben figurare, nonostante le sue non poche primavere, sulle piste di importanti maratone, come quelle di New York, Berlino, Parigi e Praga. Per quanto concerne l’Italia, il maturo podista albanese si è fatto apprezzare alle maratone svoltesi in città quali Roma, Milano, Firenze, Rimini, Bolzano, Jesolo e Padova.

Da ieri nel suo lungo curriculum sportivo figura anche la “Maratonina” ripostese, che ha consentito a Sotir Qiriaqi di superare il proprio record personale, guadagnando qualche minuto in più rispetto alle sue precedenti prestazioni.

A convincerlo a partecipare alla “Blu Jonio 2018” è stato Giuseppe Monforte, figlio illustre e benemerito di Riposto con trascorsi, tra l’altro, di console generale della Repubblica di Honduras per il Piemonte, l’Emilia Romagna e la Val d’Aosta, presidente della Federexport Piemonte, membro della task-force del Ministero del Commercio Estero per la Programmazione Europea e di presidente di vari Consorzi Export per Paesi quali l’America, la Federazione Russa, la Cina, la Polonia, la Bulgaria e l’Albania, Stato quest’ultimo in cui ha avuto modo, diversi anni fa, di conoscere il settantatreenne atleta. La frequentazione tra i due non è comunque nata in ambito sportivo, bensì a seguito dei prestigiosi ruoli politici rivestiti in Albania da Qiriaqi, il quale è stato tra i sindaci della capitale Tirana, membro del suo Consiglio Comunale e tra i fondatori del Partito Democratico Albanese.

«Con Sotir – spiega il dottor Monforte – continuiamo a portare avanti dei progetti di scambi commerciali internazionali nell’ambito dell’attività di cui da sempre mi occupo. Quando ho saputo della Maratonina di Riposto ho subito pensato a lui, invitandolo a venire da noi per disputare questa competizione. Lui non se lo è fatto dire due volte, ed anzi, prima di partire, ha parlato entusiasticamente della nostra bella cittadina marinara etnea nei più popolari programmi della televisione albanese, dove viene spesso intervistato».

Sotir Qiriaqi ed il suo allievo Leonard Peco con lo striscione personalizzato realizzato dal “Marathon Club” di Tirana in occasione della “Maratonina Blu Jonio” di Riposto

Giuseppe Monforte, nella sua qualità di presidente del “Centro Studi Jonico-Etneo” da lui recentemente fondato insieme ad altri concittadini, ha anche sponsorizzato i premi in denaro di questa settima edizione della “Maratonina Blu Jonio”.

Tornando al podista albanese, a Riposto Sotir Qiriaqi era accompagnato dal giovane atleta e suo allievo Leonard Peco, il quale alla “Maratonina” di ieri ha anche lui battuto il proprio record personale, e dal docente di Matematica in pensione Nika Kostantin, che ha fatto da interprete.

«Sapevo – ha dichiarato Qiriaqi nel corso della festa di benvenuto svoltasi nei locali della Pro Loco ripostese la sera prima della gara – che i siciliani fossero un popolo caldo ed accogliente, e qui a Riposto ne ho avuto la conferma, perché mi sento veramente in famiglia. Ringrazio dunque l’amico Monforte per avermi fatto conoscere questa splendida realtà, che non poteva assolutamente mancare tra i luoghi del mondo in cui sono stato grazie alla mia attività sportiva, che ho intrapreso vent’anni fa. Prima del podismo, comunque, ho praticato con buoni risultati il football».

Rodolfo Amodeo

 

FOTO PRINCIPALE: Sotir Qiriaqi a Riposto tra (da sinistra) Orazio Quattrocchi e Giuseppe Monforte, rispettivamente tesoriere e presidente del “Centro Studi Jonico-Etneo”

Potrebbero interessarti anche