Catania
13°

Mascali, assessorato regionale Energia prende atto della sentenza del Tar su autorizzazione allo scarico

Mascali, assessorato regionale Energia prende atto della sentenza del Tar su autorizzazione allo scarico

L’assessorato regionale dell’Energia e dei servizi di pubblica Utilità – Dipartimento dell’Acqua e dei rifiuti con propria nota trasmessa ai Comuni consorziati del depuratore di  Mascali comunica di avere preso atto della sentenza n,.668 del 2018 del Tar di Catania che ha accolto il ricorso presentato dal Consorzio di depurazione liquami, che chiedeva l’annullamento del decreto del Dirigente Generale del Dipartimento Regionale dell’Acqua e dei Rifiuti, che in un primo momento aveva respinto l’istanza di rinnovo dell’autorizzazione allo scarico dell’impianto di depurazione di Mascali.

In ottemperanza alla sentenza del Tar – si legge nella nota della Regione – si è dato avvio alla rideterminazione sull’istanza del’11 dicembre 2013 trasmessa dal Consorzio di depurazione e finalizzata all’ottenimento del rinnovo dell’autorizzazione allo scarico dell’impianto di depurazione di Sant’Anna di Mascali.

Nei mesi scorso l’avv. Lucio Fresta, legale del Consorzio di depurazione aveva espresso compiacimento sull’esito del ricorso:   “L’impianto consortile di Mascali funziona in maniera adeguata per come è stato pensato 30 anni fa – ha detto l’avv. Fresta -. Il problema si sposta ad un dimensionamento evidentemente insufficiente. Il pronunciamento del Tar sostanzialmente bacchetta la Regione, indirettamente anche lo Stato affinché si spendano i soldi che esistono (24 milioni di euro) e che consentirebbero di risolvere i problemi di funzionamento dell’impianto consortile con la realizzazione del terzo modulo che permetterebbe di assorbire i reflui in eccesso”.

 

Potrebbero interessarti anche