Catania
20°

Giarre, strade colabrodo e finti annunci di riparazione

Giarre, strade colabrodo e finti annunci di riparazione

Auto e moto messi a dura prova in strade simili a percorsi di guerra. Benvenuti a Giarre dove le strade del centro e quelle di riferimento che collegano il centro urbano con gli altri Comuni del comprensorio sono vere e proprie trappole urbane che rappresentano un potenziale pericolo.

Assi viari strategici come la via Ungaretti, che collega la frazione di Altarello con la Statale 114 consentendo di raggiungere – bypassando il centro abitato – la barriera autostradale di Trepunti, sono ridotti a gruviera. Lunghi tratti di strada impraticabili. Non solo a causa delle numerose buche che costellano il manto stradale bensì per i pericolosi dislivelli provocati dal progressivo deterioramento dell’asfalto, ostacolando il regolare transito dei veicoli.

Un pericolo incombente soprattutto nelle ore serali allorquando l’arteria stradale non è adeguatamente illuminata e alcuni tratti sono totalmente al buio, mettendo a serio rischio l’incolumità di automobilisti e motociclisti.

Gran parte delle buche, peraltro, non sono neppure segnalate con il rischio concreto di provocare gravi incidenti. L’amministrazione comunale nei mesi scorsi aveva annunciato interventi radicali in questa importante arteria stradale, prevedendo la bitumazione dialcune tratti tra i più pericolosi.

Evidentemente, complice anche il dissesto dell’ente, tali interventi manutentivi sono rimasti puntualmente al palo. Cosi, in occasione di violenti temporali, il quadro diventa ancora più critico. Via Ungaretti, cosi come la vicina via Foscolo a Trepunti, si trasformano in torrenti in piena. Via Ungaretti a parte, lo stato di abbandono in cui versano diverse strade cittadine è sotto gli occhi di tutti.

Un tratto di corso Messina è al limite della transitabilità. Asfalto a pezzi, dislivelli e voragini che costringono auto e moto a compiere delle autentiche gimkane. Analogo il copione sul corso Europa dove ricadono numerose sedi scolastiche. Strade dissestate che pregiudicano la sicurezza di automobilisti e pedoni anche in pieno centro.

In via Carolina, nel tratto tra l’incrocio di via Alfieri e la villa Margherita si rischia di distruggere pneumatici e ammortizzatori delle auto per via delle innumerevoli buche e per quelle caditoie che si trovano sul ciglio della strada fuori quota, provocando non pochi disagi alle auto in transito.

Non meno preoccupante il quadro lungo la trafficata via Luigi Orlando, l’asse viario che collega la città con la frazione di Macchia. Voragini al centro della carreggiata che quotidianamente costringono le auto ad invadere la corsia opposta per evitare di incappare nella buca.

Potrebbero interessarti anche