Catania
34°

Dissesto Giarre, impietosa la delibera redatta dal Segretario. E Giannunzio Musumeci attacca Bonaccorsi VD

Dissesto Giarre, impietosa la delibera redatta dal Segretario. E Giannunzio Musumeci attacca Bonaccorsi VD

VIDEO: LA DISAMINA DEL CONSIGLIERE GIANNUNZIO MUSUMECI  

E’  impietosa la delibera redatta dal segretario comunale Salvatore Marco Puglisi (nella foto sotto) che domani sera dovrà essere votata in Consiglio – pena lo scioglimento. Nella delibera si rappresenta il quadro drammatico, sotto il profilo finanziario dell’Ente comunale.

“Innanzitutto deve preliminarmente evidenziarsi, come già precedentemente ricordato, che, come meglio accertato nella deliberazione n. 195/2015/PRSP in occasione della prima verifica relativa al secondo semestre 2014, sulla base di quanto principalmente attestato dal responsabile del servizio finanziario nelle relazioni dallo stesso sottoscritte ai sensi dell’articolo 153 del Tuel, si può fondatamente ritenere che la rappresentazione delle passività gravanti sull’ente fornita al momento dell’approvazione del piano fosse sottostimata e palesemente inattendibile in quanto non ricomprendente i numerosi debiti risalenti nel tempo poi successivamente elencati minuziosamente nelle suddette relazioni;

Si rileva, pertanto, la mancanza di attendibilità dei dati trasmessi e, inoltre come accertato con la verifica in esame, la contraddittorietà degli stessi dal momento che risultano acquisite distinte relazioni nelle quali l’ammontare dei debiti esistenti a carico dell’ente non risulta mai oggetto di un’univoca rappresentazione.

E poi l’affondo finale che motiva la dichiarazione del dissesto al netto delle affermazioni di fuoco del sindaco Angelo D’Anna secondo cui   “Il tempo a nostra disposizione è poco – afferma D’Anna – e occorre usarlo al meglio per impugnare questo provvedimento che, come già detto, penalizzerebbe in modo eccessivo Giarre che, negli ultimi anni, ha dimostrato di poter emergere dal disastro finanziario creato negli anni passati. Per questo continueremo ad alzare la voce, cercando fino all’ultimo di fare valere le nostre ragioni”.

La proposta di delibera, invece, rimarca  che  “nel caso del comune di Giarre gli esiti della verifica, come anche delle precedenti già richiamate, permettono di accertare che il piano di riequilibrio non appare congruo in quanto, sia in termini di competenza e soprattutto di cassa, i mezzi e le risorse programmate per il risanamento dell’ente appaiono assolutamente inadeguati al raggiungimento dell’obiettivo finale”.

Frattanto in una intervista a Gazzettinonline il presidente della Commissione Finanze, Giannunzio Musumeci, in relazione alle cause del dissesto, attacca senza giri di parole l’ex sindaco Roberto Bonaccorsi che ha redatto il SalvaGiarre.

Potrebbero interessarti anche