Catania
22°

Pallavolo maschile, Alch Papiro Fiumefreddo riconquista la B al tie break

Pallavolo maschile, Alch Papiro Fiumefreddo riconquista la B al tie break

All’inferno e ritorno. L’Alch Papiro Fiumefreddo torna in serie B al termine di un match al cardiopalma contro i palermitani del Medtrade Lauria.

A decidere le sorti dei bianco-blu è stato il tie break dopo che il sestetto di coach Tani Frinzi Russo era andato sotto di ben due set. La forza del gruppo pallavolistico e la grinta del pubblico fiumefreddese, giunto in massa al “pala-Maira” di San Cataldo, hanno fatto la differenza facendo esplodere la festa a fine gara.

Soddisfazione immensa tra i tifosi, la dirigenza e i giocatori per un traguardo accarezzato, assaporato e finalmente raggiunto che riporta il roster del presidente Davide Massimino nella terza serie nazionale di volley maschile.

Partenza diesel per il Papiro, domato sul parquet dagli avversari con un Facchetti in grande spolvero; saranno infatti 25 i punti finali dello schiacciatore gialloblu. Si lotta punto a punto nel primo set chiuso sul 23-25 a favore del Medtrade. Anche il secondo parziale, nonostante la timida reazione fiumefreddese, va al Palermo che comincia a sperare di fare l’impresa.

L’impresa in realtà la compirà l’Alch Papiro scrivendo un’altra delle pagine più belle di questa società. Dal terzo set sale in cattedra Alberto Gavazzi. L’opposto, originario della terra nissena, metterà a referto ben 26 punti totali, frutto di una prestazione monstre da incorniciare. Il doppio 25-13 fa volare l’incontro al tie break. Finale che è una bolgia assoluta dove ad ogni punto messo a segno i tifosi di Fiumefreddo esultavano felici. L’ultimo, realizzato da Dario Sanalitro, fa scattare l’invasione di campo, bagno di folla per una formazione che si è ripresa quello che era suo, la Serie B.

“Abbiamo iniziato molto contratti – commenta coach Frinzi Russo – anche perché il Palermo ha giocato veramente bene. Il doppio 25-23 subìto era difficile da recuperare perché anche mentalmente poteva incidere. All’inizio del terzo set ho detto ai ragazzi semplicemente che avevano fatto soltanto quattro punti in più di noi ed eravamo lì. Infatti da quel momento abbiamo iniziato a difendere meglio e a murare di più l’opposto e i centrali riuscendo a vincere i successivi parziali con un punteggio abbastanza netto e a fare nostra questa promozione. Dopo la festa programmeremo la prossima stagione con i dirigenti, che ormai dopo tre anni sono diventati degli amici, e sono fiducioso che tutto andrà per il verso giusto”.

“L’anno scorso abbiamo perso la serie B al tie break – afferma il vice presidente e direttore sportivo Nunzio Currenti – e oggi siamo a riconquistarla proprio al quinto set. La storia dello sport è curiosa a volte. Dovevamo soffrire fino alla fine, ci eravamo complicati la vita però va detto che Palermo è stato veramente bravo perché ha difeso benissimo, ci ha chiuso bene e non ha mollato anche perché non aveva niente da perdere. Noi siamo stati straordinari e ci siamo sbloccati al momento giusto. Epico Gavazzi autore di una prestazione di altissimo livello nonostante i suoi 23 anni. Mastronardo, Patti e Simone Lombardo riconquistano la B quattro anni dopo. Dedichiamo questa vittoria al nostro Isidoro Nicotra. Un plauso al mio mister Frinzi Russo che ha rifiutato proposte da mezza serie B accettando il 7 giugno dell’anno scorso a scatola chiusa un progetto vincente”.

“Questa partita ricalca la filosofia e il modo di vivere del Papiro – commenta il direttore generale Giuseppe Nucifora – rispetto a quello che abbiamo vissuto quest’anno. E’ stato bello e sofferente vincere così ma i ragazzi per quello che hanno dato e per l’impegno che ci hanno messo meritavano di vincerlo questo campionato. Onore al Palermo perché ha giocato alla grande. Per la stagione che abbiamo fatto non poteva esserci un epilogo diverso. Grazie al nostro settimo giocatore in campo, il nostro pubblico. L’allenatore rimarrà ufficialmente anche la prossima stagione perché ne abbiamo parlato e in questi giorni vedremo di iniziare a programmare la prossima stagione”.

Il roster al completo: Michele Mastronardo, Giorgio Pappalardo, Pietro Leonardi, Giuseppe Nucifora (centrali); Dario Sanalitro, Andrea Chiesa, Davide Lombardo (banda); Andrea Fichera e Mattia Sabella (registi); Alberto Gavazzi e Sebastiano Patti (opposti); Simone Lombardo e Francesco Monforte (liberi); coach Tani Frinzi Russo.

Organigramma: Davide Massimino (presidente); Nunzio Currenti (vice presidente e direttore sportivo); Giuseppe Nucifora (direttore generale); Andrea Massimino (segretario e tesoriere); Pippo Cannavò, Carmelo Beccaria, Salvo Coco, Domenico Bolledi, Riccardo Bonanno, Mario Lizzio, Andrea Romano, Fabio Maugeri (dirigenti).

 

ALCH PAPIRO FIUMEFREDDO    3          MEDTRADE LAURIA PALERMO    2

Fiumefreddo: Fichera 3, Sanalitro 14, Pappalardo 6, Leonardi 8, Gavazzi 26, Patti, S. Lombardo (L1), D. Lombardo, Chiesa 12. Ne: Mastronardo, Nucifora, Monforte (L2), Sabella. All. Frinzi Russo

Palermo: La Malfa 5, Arone 6, Becciani (L1), D’Aniello, Miculi 1, Giorlando 9, Ganci 7, Allegra, Traina (L2), Sibani 1, Gambino, Calì 5, Facchetti 25. All. Piras

Arbitri: Guglielmo Puglisi e Martina Rossino di Ragusa

Parziali set: 23-25; 23-25; 25-15; 25-15; 15-6

Alessandro Famà

Potrebbero interessarti anche