Catania
20°

Giarre, sospeso il recupero delle indennità a carico della polizia locale

Giarre, sospeso il recupero delle indennità a carico della polizia locale

Tanto rumore per nulla. O quasi. Alla fine sono state cautelativamente  le procedure volte al recupero delle somme erogate agli agenti di polizia municipale a titolo di indennità di miglioramento relative all’anno 2013 (le decurtazioni in busta paga sarebbero dovute scattare già con lo stipendio di giugno).

E’ la decisione assunta dall’amministrazione al termine di un tavolo richiesto dalla Uil Funzione pubblica cui hanno preso parte da un lato il sindaco Angelo D’Anna, il segretario generale dell’Ente, Marco Puglisi, il comandante della polizia locale, Maurizio Cannavò, il dirigente dell’Ufficio legale del Comune, Giuseppe Panebianco; dall’altro i rappresentanti sindacali: Alessandro Spina, dirigente provinciale Uil Fpl, delegato a partecipare dal segretario provinciale Stefano Passarello e Rosalba Patanè, rsu Uil.

La decisione di sospendere le procedure di recupero delle indennità, erroneamente liquidate nel dicembre 2016, trae origine da una serie di situazioni anomale che richiedono un approfondimento a cominciare dalla mancata notifica del piano di pagamenti mensili, con addebito in busta paga, per 12 mesi, a 7 agenti di polizia locale, alcuni dei quali andati di recente in pensione e altri, invece, trasferiti in altre sedi, configurando – a parere dei sindacati di categoria – la commissione del reato di omissione d’atti d’ufficio.

La Uil, a tal proposito, attraverso il proprio ufficio legale, aveva diffidato l’amministrazione comunale. Come conferma il dirigente provinciale di Uil Fpl, Spina, la “procedura di recupero delle somme corrisposte (complessivamente 71.603,48 euro) era del tutto illegittima in ragione del ricorso avverso la determina della IV Area del giugno 2017 che gli agenti di polizia locale hanno presentato già da tempo al Tribunale del Lavoro.

Sotto l’aspetto procedurale, poi, abbiamo sempre contestato l’assenza di trasparenza nell’acquisizione degli atti che abbiamo richiesto; risultano ancora assenti quelle note tra Ente comunale e Corte dei conti riguardo le indennità sul “Piano di miglioramento servizi della Polizia municipale” relative al 2013 e del potenziale danno erariale riscontrato dai magistrati contabili”.

Potrebbero interessarti anche