Catania
34°

Acireale, premiati gli studenti partecipanti al Concorso “Legalità” 2018

Acireale, premiati gli studenti partecipanti al Concorso “Legalità” 2018

La manifestazione della premiazione degli studenti e Istituti partecipanti al Concorso “Legalità” 2018, organizzata dall’associazione antiracket acese onlus (Asara) “Rosario Livatino”, ha avuto luogo nell’Istituto “San Michele” diretto dai Padri Filippini di Acireale.

L’Asara nata ad Acireale nel 1997 e dal gennaio 2016 presieduta dal dottore Claudio Bandini, in aderenza con i propri scopi statutari e perseguendo sempre attività rientranti nella sfera della prevenzione si propone di attuare  iniziative atte a diffondere un vero senso civico e di legalità che porti al rifiuto e alla denuncia di quanti perseguono attività illecite di rilevanza sociale. E a tal fine, anche, con il concorso “Perchè la legalità diventi cultura” riservato agli studenti degli Istituti scolastici acesi di 1° e 2° grado per permettere di renderli protagonisti e mostrare la loro maturità nei confronti della “legalità”.

Sono stati presenti oltre agli studenti vincitori e  partecipanti al concorso, il d. s. o il docente referente per la legalità dei nove Istituti partecipanti, le forze dell’ordine e dirigenti Tenenza Guardia di Finanza (foto a sinistra).

La mattinata dei lavori è stata condotta da Gabriella Puleo, giornalista e componente della giuria esaminatrice dei temi svolti. Prendendo la parola Padre Alfio Cantarella, direttore dell’Istituto ospitante, ha dato il benvenuto ai presenti soffermandosi, poi, sulla responsabilità della scuola nel contrastare i fenomeni di illegalità a partire dagli episodi di bullismo che si presentano purtroppo con sempre più frequenza.

Il prof. Giovanni Vecchio, d. s. Istituto paritario “San Michele” e componente della giuria esaminatrice, al saluto di benvenuto ha aggiunto con piacere le sue congratulazioni agli studenti partecipanti “per l’elevata qualità” degli elaborati presentati. A questo punto la Puleo passa la parola al presidente Asara, dottore Claudio Bandini, per un suo intervento, il quale ringrazia l’istituto scolastico ospitante e ricorda le difficoltà superate negli oltre 20 anni di vita dell’Asara e rivendica con orgoglio il  fatto che l’associazione “Rosario Livatino” nel  tempo ha coinvolto migliaia di studenti delle scuole acesi a riflettere sui problemi di racket e usura.

A seguire il dott. Michelangelo Patanè che da ex magistrato ha preferito guidare la lettura dei primi 12 articoli della Costituzione, lettura affidata a 12 studenti tra quelli premiati, facendo rilevare l’estrema attualità dei principi di uguaglianza di tutti i cittadini, del diritto al lavoro, del compito della repubblica a rimuovere gli ostacoli che limitano il pieno sviluppo della persona umana. Prima della premiazione la Puleo ha presentato Marinella Fiume (foto a destra) scrittrice, operatrice culturale di alto livello, e dialogato con lei sul suo ultimo lavoro di scrittrice.

La Fiume è nata a Noto (SR) dove ha vissuto fino agli studi della scuola secondaria di 1° grado, trasferendosi poi con la famiglia a Fiumefreddo di Sicilia (CT) dove in atto vive. Laurea (1973) presso l’Università di Catania in Lettere classiche con il Prof. Carlo Muscetta, docente (1976) di Materie letterarie negli Istituti di istruzione secondaria di 2° grado, scrittrice.

La Puleo ha quindi ricordato alcuni dei suoi lavori: “Vita di Orazia” (1988), “Donne del Sud” (1993), “Siciliane” (2006), “La Sicilia esoterica” (2015) e il suo recente lavoro “Viaggio in Sicilia” (2017). Un breve dialogo  con il  “personaggio” Marinella Fiume per approfondire meglio tutte le bellezze naturali ed i tesori della nostra isola riportati nel  volume, dato poi in regalo ai premiati, saggio dal quale il prof. Piero Romano docente Musicista, presente all’evento, ha tratto i testi delle canzoni che ha cantato accompagnandosi con la chitarra: “Catania” e “Il mito di Aci e Galatea”. Un successo!

I premiati: Giada Torrisi della 3° B dell’Ic “Grassi Pasini”, plesso “Raciti”; Giulia Calì 2B dell’Ic “Vigo-Fuccio-La Spina”; Martina Strano 3A dell’Ic “G. Rodari”, plesso “Guardia” e Carla Leonardi 3E, plesso “Scillichenti”; Andrea Catalano 3E dell’Ic “Galileo Galilei”; Elisa Vasta 3H dell’Ic “Paolo Vasta”; Raffaele Cannavò 1C dell’Ic “Giovanni XXIII”; Chiara Battiato 5 C del Liceo Scientifico “Archimede”; Romina Trovato 5D/SU del “Regina Elena”; Greta Petralia 4A del Liceo Scientifico paritario “San Michele”.

Camillo De Martino

 

Nella foto di copertina, da sinistra: Giovanni Vecchio, Gabriella Puleo, Michelangelo Patanè, Claudio Bandini, Padre Alfio Cantarella.

 

Nella foto N. 1  Veduta parziale partecipanti concorso Legalità 2018

 

Nella foto N. 2 – la prof.ssa e scrittrice Marinella Fiume.

Nella foto N. 3– il docente Musicista Piero Romano con la chitarra

Potrebbero interessarti anche