Catania
20°

Valle dell’Alcantara messinese: cantieri di servizi per sette Comuni

Valle dell’Alcantara messinese: cantieri di servizi per sette Comuni

Sono stati finanziati dalla Regione Siciliana e ne beneficeranno le municipalità di Taormina, Giardini, Francavilla, Gaggi, Malvagna, Mojo e Santa Domenica, che potranno così dare una sia pur temporanea opportunità di lavoro ai rispettivi residenti disoccupati o inoccupati

Anche i disoccupati e gli inoccupati di sette Comuni del versante messinese della Valle dell’Alcantara beneficeranno dei fondi stanziati dall’Assessorato Regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro, guidato da Mariella Ippolito (nella foto), per l’istituzione di cantieri di servizi.

I soggetti con reddito basso o inesistente riceveranno così una boccata d’ossigeno ed, al contempo, assicureranno ai rispettivi luoghi di residenza dei servizi di pubblica utilità, così come avveniva con i vecchi cantieri di lavoro.

Le Amministrazioni Comunali alcantariane che nelle scorse settimane avevano presentato la manifestazione d’interesse per tale opportunità sono Taormina (cui andranno 72mila 545 euro), Giardini Naxos (60mila 659 euro), Francavilla di Sicilia (25mila 532 euro), Gaggi (17mila 446 euro), Malvagna (17mila 446 euro), Mojo Alcantara (17mila 446 euro) e Santa Domenica Vittoria (17mila 446 euro).

I cantieri di servizi avranno la durata di tre mesi. Per poterci lavorare occorre essere residenti da almeno sei mesi nel Comune beneficiario, aver presentato la relativa dichiarazione di disponibilità, avere un’età compresa tra i diciotto ed i sessantasei anni e sette mesi non compiuti e percepire un reddito non superiore a 453 euro mensili per quanti vivono da soli, e fino ad un massimo di 1.426 euro per chi vive in famiglie fino a dodici componenti.

Rodolfo Amodeo

Potrebbero interessarti anche