Catania
25°

Taormina: Giornata Mondiale del Libro con “Naxos In Movimento”

Taormina: Giornata Mondiale del Libro con “Naxos In Movimento”

Per l’occasione il gruppo civico giardinese ha inaugurato ieri nella capitale siciliana del turismo due nuovi presidi di “Librincircolo”, di cui uno presso l’ospedale “San Vincenzo” e l’altro in uno studio medico. «In Italia – ha dichiarato il portavoce Leotta – si registra una scarsa propensione alla lettura che ha determinato l’emergenza educativa che stiamo vivendo e che con la nostra iniziativa intendiamo contrastare»

L’iniziativa “Librincircolo”, promossa dal gruppo civico “Naxos In Movimento”, non poteva non dare il proprio contributo alla ventiduesima Giornata Mondiale del Libro, celebrata ieri nella ricorrenza dell’anniversario della morte dei grandi scrittori William Shakespeare e Miguel De Cervantes, entrambi deceduti il 23 aprile del 1616.

Per l’occasione, gli esponenti di “Naxos In Movimento” hanno tenuto a battesimo due nuovi presidi di “Librincircolo”, che si aggiungono a quelli attivati nei mesi scorsi in vari locali pubblici (ristoranti, palestre, ecc.) del comprensorio naxiota-taorminese. Trattasi di luoghi ai cui frequentatori viene data l’opportunità di prendere in consegna dei volumi, donati da privati cittadini, leggerli e poi restituirli senza dover affrontare alcun costo.

Da ieri “Librincircolo” è presente anche presso la reception dell’ospedale “San Vincenzo” di Taormina grazie all’interessamento di Pippo Calà ed al convinto consenso del direttore generale dell’Asp di Messina, Gaetano Sirna, e del direttore sanitario Rosario Cunsolo.

Da sinistra Giuseppe Leotta, Mario Ianniello, Andrea Raneri ed il medico Daria Caminiti

E sempre a Taormina nella giornata di ieri un altro punto di “Librincircolo” è stato inaugurato presso lo studio medico della dottoressa Daria Caminiti alla presenza di attivisti e simpatizzanti di “Naxos In Movimento” come Mario Ianniello, promotore del nuovo presidio, Andrea Raneri, Maurizio Andreanò, Filippo Grasso, Salvatore Stracuzzi e Giuseppe Leotta.

Quest’ultimo, portavoce del gruppo, ha fatto notare che «soltanto quattro italiani su dieci leggono in media un libro all’anno, mentre altrove, ed in particolare nei Paesi del Nord Europa, la proporzione è di sette su dieci o addirittura di nove su dieci. Crediamo che l’indifferenza nei confronti della lettura sia tra i fattori che determinano l’emergenza educativa che stiamo vivendo in Italia. Leggere aiuta a crescere ed a formare i cittadini di domani, ed una comunità che non legge va incontro allo smarrimento della propria identità finendo col consegnarsi ad una contemporaneità liquida e complessa senza gli strumenti adatti per interpretarla e viverla in maniera consapevole. È per questi motivi – ha concluso Leotta – che continueremo ad investire nella lettura come strumento di emancipazione culturale e, di conseguenza, politica».

Rodolfo Amodeo

 

FOTO PRINCIPALE: l’inaugurazione del presidio di “Librincircolo” all’ospedale di Taormina con, da sinistra, il direttore sanitario Rosario Cunsolo, il primo utente dell’iniziativa, il portavoce di “Naxos In Movimento” Giuseppe Leotta e l’attivista Pippo Calà

Potrebbero interessarti anche