Catania
12°

Giardini Naxos non dimentica il suo eroico artigliere Giuseppe Allegra

Giardini Naxos non dimentica il suo eroico artigliere Giuseppe Allegra

Al concittadino militare, deceduto poco più che ventenne centoventidue anni fa in Abissinia durante la battaglia di Adua, è stata dedicata una lapide collocata all’ingresso del locale Istituto Scolastico Comprensivo di contrada Mastrociccio nel corso di una toccante cerimonia

Centoventidue anni fa, ossia l’1 marzo del 1896, Giardini Naxos perdeva il suo giovanissimo figlio Giuseppe Allegra, militare morto poco più che ventenne in Abissinia nella battaglia di Adua. Era uno degli artiglieri siciliani della “Batteria Masotto”, annientata dalle forze nemiche. Nei giorni scorsi il suo Comune ha voluto immortalarne il ricordo dedicandogli una lapide collocata all’ingresso dell’Istituto Scolastico Comprensivo giardinese, ubicato in contrada Mastrociccio.

La relativa cerimonia ha registrato una massiccia presenza di autorità civili e militari, di studenti, di una rappresentanza della Croce Rossa Italiana nonché di operatori culturali, tra cui Giuseppe Russo, presidente dell’associazione “Tradizione, Ambiente e Turismo”. Deludente, invece, la partecipazione dei cittadini, malgrado l’ampia pubblicizzazione dell’evento da parte dell’Amministrazione Comunale.

La manifestazione ha avuto inizio con una Santa Messa, officiata da Padre Eugenio Tamà nella chiesa dell’Immacolata, per poi proseguire all’Istituto Scolastico Comprensivo, dove è stata scoperta la lapide in ricordo del sacrificio di Giuseppe Allegra.

A coordinare l’iniziativa è stato Francesco Bottari, preside dell’Istituto “XXIV Maggio 1915” di Taormina, ex sindaco di Giardini Naxos, giornalista ed appassionato cultore di Storia Patria.

«Oggi – ha dichiarato il professor Bottari – torna virtualmente a casa l’artigliere Giuseppe Allegra, nostro giovane concittadino che ha sacrificato la propria vita per la Patria. Ricordarlo è nostro dovere in quanto il passato è il presente di ieri e, come tale, non deve essere dimenticato».

Per il vicesindaco Carmelo Giardina, intervenuto in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale di Giardini Naxos insieme al picchetto d’onore del locale Comando di Polizia Municipale guidato da Alfio Lo Cascio, «questa lapide in memoria di Giuseppe Allegra vuole simbolicamente rappresentare la nostra riconoscenza verso un benemerito concittadino che ha donato la propria vita per la Patria».

Dal canto suo, il tenente colonnello Corrado Di Bartolo, del 24º Reggimento Artiglieria Terrestre Semovente “Peloritani” di Messina, ha evidenziato l’importanza della partecipazione delle scolaresche, come quelle dell’Istituto Comprensivo di Giardini Naxos, alla ricerca storica locale «in quanto – ha sottolineato il militare – a “scrivere” la Storia sono stati anche i nostri avi venuti da paesi, come Giardini Naxos, apparentemente lontani dalle “capitali” del mondo, ma che, come nel caso del compianto artigliere Allegra, si sono immolati per la Patria».

La toccante cerimonia si è conclusa con la recita di una poesia da parte dell’attrice Giusy Patanè e con il “Silenzio” intonato da un trombettiere.

Rodolfo Amodeo

Potrebbero interessarti anche