Catania
15°

Riposto, avviata procedura di stabilizzazione per 76 lavoratori precari al Comune

Riposto, avviata procedura di stabilizzazione per 76 lavoratori precari al Comune

L’Amministrazione comunale di Riposto ha approvato in Giunta due importanti delibere attraverso le quali da un lato l’assessore al Personale Nella Casabella di concerto con la Giunta Caragliano – sulla scorta della circolare del Dipartimento della Funzione Pubblica sull’attuazione delle misure previste per la stabilizzazione del personale precario – si propone un atto di indirizzo al funzionario comunale; dall’altro l’Ente comunale procede al contestuale avvio delle procedure di stabilizzazione dei lavoratori precari in forza al Comune di Riposto (70 contrattisi e 6 lavoratori socialmente utili) per il triennio 2018-2020, dando mandato al responsabile del secondo settore dell’Ente di proporre la modifica della dotazione organica così da consentire la stabilizzazione part-time dei lavoratori precari, nonché la programmazione del fabbisogno del personale per il triennio 2018/2020 e per l’anno 2018, tenendo conto della volontà dell’Ente di dare corso alla stabilizzazione dei lavoratori precari, deliberazione che dovrà essere trasmessa al Ministero dell’Interno Commissione per la finanza e gli organici degli enti locali per l’approvazione.

E infine trasmettere ai soggetti sindacali la delibera, dando corso all’attivazione di un confronto con gli stessi per l’individuazione delle priorità da seguire nel processo di stabilizzazione dei lavoratori precari. Il finanziamento delle stabilizzazioni è garantito dalla previsione di cui al Decreto Legislativo numero 75/2017 dalla legge regionale n. 27 del 2016.

Relativamente, invece, all’atto di indirizzo varato dalla Giunta si ribadisce che l’avvio del processo di stabilizzazione del personale precario rappresenta una priorità dell’amministrazione, oltretutto testimoniata dall’impegno profuso in questi anni dal sindaco Enzo Cagliano che, in più occasioni, si è recato a Palermo, seguendo da vicino le complesse vicissitudini dei lavoratori e dallo stesso assessore al Personale, Casabella che in questi mesi ha incardinato tutti gli atti, dando seguito alle direttive nazionali e regionali, nell’obiettivo precipuo di avviare l’iter della stabilizzazione.

Per effetto delle indicazioni contenute nell’atto di indirizzo, è stata effettuata e completata, nei termini assegnati al funzionario comunale, una ricognizione interna, al termine della quale è stato accertato che i 76 lavoratori precari in forza al Comune di Riposto, sono tutti in possesso dei requisiti per la stabilizzazione.

“Quella in corso è un’ulteriore tappa di avvicinamento verso la tanto agognata stabilizzazione del personale – afferma il sindaco Enzo Caragliano – che restituirà serenità lavorativa ai precari e alle loro famiglie dopo lunghe battaglie, nel corso delle quali, l’amministrazione, è stata sempre al loro fianco, con positivi risvolti anche per l’efficienza dei servizi comunali resi alla collettività, consapevoli che, una volta completato il processo, potremo disporre dei lavoratori in maniera più organizzata e stabile”.

“Sin dal mio insediamento, spinta dalla precisa volontà del sindaco – rimarca l’assessore al Personale, Nella Casabella – l’obiettivo primario è stato quello di concretizzare la stabilizzazione dei lavoratori precari, una annosa vicenda che si trascinava, senza soluzioni, da numerosi anni e che adesso, attraverso un complesso lavoro preparatorio, già a partire dal 2018, ci consente di avviare il processo di stabilizzazione. Del resto tutti i lavoratori precari rappresentano una preminenza per il funzionamento della macchina amministrativa e la loro salvaguarda è sempre stata al primo posto tra le numerose priorità dell’amministrazione”.

Potrebbero interessarti anche