Catania
16°

Giardini Naxos: cittadini “custodi” del territorio con l’amministrazione condivisa

Giardini Naxos: cittadini “custodi” del territorio con l’amministrazione condivisa

La Giunta del sindaco Nello Lo Turco ha elaborato la proposta di regolamento per l’affidamento di spazi pubblici e beni comunali ai privati disposti a prendersi cura di essi sulla base di appositi “patti di collaborazione” con l’ente locale. Per il vicesindaco Carmelo Giardina trattasi di una significativa conquista di civiltà e democrazia

La Giunta di Giardini Naxos, guidata dal sindaco Nello Lo Turco, ha elaborato la proposta di regolamento sulla cosiddetta “amministrazione condivisa”, che il Consiglio Comunale della prima colonia greca di Sicilia sarà chiamato a vagliare e votare in una delle sue prossime sedute.

Sono oltre centocinquanta i Comuni italiani dotatisi di questo particolare strumento, che consente ai cittadini di “adottare” spazi ed edifici pubblici ed, in generale, beni comunali materiali ed immateriali sulla base di un “patto di collaborazione” con l’ente locale.

Pertanto, gli stessi abitanti di una comunità potranno, ad esempio, curare il decoro di una pubblica via oppure provvedere al riutilizzo di un edificio dismesso.

A stipulare questi “patti di collaborazione” con il loro Comune possono essere cittadini singoli o in gruppo nonché associazioni, cooperative, volontari ed imprese.

Carmelo Giardina

La “novità” è stata salutata con particolare entusiasmo dal vicesindaco naxiota Carmelo Giardina.

«Con la proposta di questo regolamento per l’amministrazione condivisa – spiega il numero due dell’Esecutivo giardinese – desideriamo cambiare il modo di essere cittadino, perché prendersi cura dei beni comuni significa costruire un nuovo modello di società, all’insegna della convivenza civile e della democrazia concreta.

«Negli ultimi tempi, del resto, ci siamo trovati di fronte ad una crescente richiesta di partecipazione dei cittadini alle decisioni ed alle azioni di interesse pubblico.

«E siamo altresì convinti che le persone siano portatrici non solo di bisogni, ma anche e soprattutto di capacità, che messe a disposizione della comunità possono contribuire in maniera determinante a risolvere problemi di interesse generale ed a migliorare la qualità di vita del nostro paese.

«Peraltro – conclude il vicesindaco Giardina – è la stessa Costituzione Italiana, all’art. 118, a prevedere che “Stato, Regioni, Province, Città Metropolitane e Comuni devono favorire l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli ed associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio della sussidiarietà”».

Rodolfo Amodeo

FOTO-VIGNETTA: un cittadino di Giardini Naxos si prende cura della statua della Nike, simbolo della prima colonia greca di Sicilia…

Potrebbero interessarti anche