Catania
22°

Taormina, Giardini Naxos e Motta Camastra “al lume di candela”

Taormina, Giardini Naxos e Motta Camastra “al lume di candela”

Si terrà domani sera l’iniziativa internazionale per il risparmio energetico “M’illumino di meno”, cui hanno aderito anche i tre Comuni su invito del locale Circolo di Legambiente. Dalle ore 18,00 alle ore 20,30 verranno effettuate delle visite guidate nei centri storici che, per l’occasione, faranno a meno della pubblica illuminazione

I Comuni di Taormina, Giardini Naxos e Motta Camastra hanno ufficialmente aderito alla giornata internazionale del risparmio energetico che si terrà domani, venerdì 23 febbraio.

“M’illumino di meno” è la denominazione-slogan che è stata data all’iniziativa prendendo simpaticamente spunto dai celebri versi (“M’illumino d’immenso”) del poeta Giuseppe Ungaretti.

Per un paio d’ore, in pratica, enti pubblici e soggetti privati daranno il loro contributo al risparmio energetico tenendo spente le luci dei centri storici.

Nel comprensorio taorminese “M’illumino di meno” è promosso dal Circolo di Legambiente “Taormina – Valle dell’Alcantara” in collaborazione con i Comuni di Taormina, Giardini Naxos e Motta Camastra, le associazioni dei commercianti, il Parco Archeologico di Naxos-Taormina e l’associazione “Naxos in Movimento”.

A Taormina, in particolare, dalle ore 18.00 alle ore 20.30 si terrà una passeggiata storico-turistica “al lume di candela” tra Corso Umberto ed il Teatro Antico. Per l’occasione anche le vetrine dei negozi verranno illuminate con candele.

A Giardini Naxos, nella stessa fascia oraria, la passeggiata storico-turistica partirà dal quartiere Recanati (Piazza Apollo Arcageta) per poi dirigersi alla volta del Parco Archeologico e concludersi presso la statua della Nike, dove alle ore 20,30 le luci si riaccenderanno.

Nel centro storico di Motta Camastra, infine, le luci rimarranno spente dalle ore 17.30 alle ore 20.30.

In Italia l’iniziativa “M’illumino di meno” è stata lanciata nel 2005 dalla trasmissione di Rai Radio 2 “Caterpillar”. Rivolta inizialmente ai soli cittadini, è stata poi sposata dai Comuni attraverso l’Anci, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dai ministeri dell’Ambiente e dell’Istruzione.

La giornata del risparmio energetico viene celebrata a febbraio in quanto in tale mese entrò in vigore, tredici anni fa, il Protocollo di Kyoto, ossia il trattato internazionale volto a contrastare il surriscaldamento globale del pianeta.

Tra i luoghi ed i monumenti rimasti al buio durante le precedenti edizioni di “M’illumino di meno” si annoverano il Duomo di Milano, il Colosseo, l’Arena di Verona, Piazza San Marco a Venezia, la Torre Eiffel a Parigi ed il Foreign Office a Londra.

Rodolfo Amodeo

 

FOTO: una veduta serale di Motta Camastra

Potrebbero interessarti anche