Catania
17°

A Francavilla di Sicilia un senatore accademico: Alessandro Treffiletti

A Francavilla di Sicilia un senatore accademico: Alessandro Treffiletti

Il giovane del Comune dell’Alcantara, iscritto all’ultimo anno del corso di laurea magistrale in Scienze Geologiche dell’Università di Catania, è entrato a far parte del prestigioso organo avente un ruolo di rilievo nel governo dell’istituzione accademica. «Sarò al servizio – dichiara – dei miei colleghi studenti e, più in generale, dell’intero ateneo»

Francavilla di Sicilia è un Comune ricadente nella provincia di Messina. Molti suoi giovani abitanti, tuttavia, anziché frequentare l’ateneo peloritano scelgono di compiere il percorso di studi universitario presso quello di Catania, che dalla cittadina dell’Alcantara dista anche qualche chilometro in meno.

E’ il caso, ad esempio, di Alessandro Treffiletti, iscritto all’ultimo anno del corso di laurea magistrale in Scienze Geologiche e, da qualche giorno, assurto al prestigioso ruolo di senatore accademico dell’Università del capoluogo etneo.

«Mi sono candidato al Senato Accademico dell’Università di Catania – spiega lo studente francavillese – alle elezioni studentesche del maggio 2016 nella lista dell’associazione “Actea” come unico esponente dell’area scientifica. La nostra compagine è riuscita ad ottenere un seggio andato ad Alessandro De Alessandro il quale, ormai prossimo alla laurea, ha passato il testimone a me. Così, con decreto rettorale n. 162 del 18 gennaio 2018, sono stato nominato “Rappresentante degli Studenti in Senato Accademico” ossia, come più comunemente si usa dire, “Senatore Accademico”. Sono molto orgoglioso ed emozionato per questo esaltante incarico, che mi vedrà impegnato in prima persona al servizio dei miei colleghi studenti e, più in generale, dell’intero ateneo catanese».

Il Senato Accademico, infatti, è un organo di grande rilevanza all’interno della vita universitaria in quanto, tanto per citare alcune delle sue prerogative fondamentali, formula proposte e pareri obbligatori in materia di didattica, di servizi agli studenti, di bilanci economico-finanziari e di attivazione, modifica o soppressione di corsi di laurea.

All’Università degli Studi di Catania fanno parte di tale organo i docenti ordinari direttori dei vari dipartimenti, quattro professori associati, quattro ricercatori, sei studenti (tra i quali, da qualche giorno, anche Alessandro Treffiletti) e due rappresentanti del personale tecnico-amministrativo.

La recente nomina a senatore accademico è comunque per Alessandro Treffiletti un traguardo più che meritato se si considera il suo impegno universitario di questi anni come rappresentante dei corsi di laurea Triennale e Magistrale e come membro di Dipartimento, della Commissione Paritetica e della Consulta d’Ateneo, della quale è stato segretario nonché decano in occasione della seduta per l’elezione del nuovo presidente.

E nonostante questi importanti ed impegnativi incarichi da lui rivestiti all’interno dell’ateneo catanese, Alessandro Treffiletti non ha mai trascurato la sua amata Francavilla di Sicilia, dove è stato e continua ad essere attivamente presente ogni qualvolta ci sono da allestire eventi artistico-culturali e manifestazioni varie, per i quali mette disinteressatamente a disposizione le sue spiccate doti organizzative e le sue notevoli competenze, ereditate dal papà e da lui ulteriormente affinate, nel settore informatico. E con riferimento a tale ambito, prezioso si è rivelato l’originale software da lui elaborato in occasione delle ultime elezioni amministrative francavillesi, tramite il quale i cittadini e noi operatori dell’informazione abbiamo potuto seguire agevolmente in tempo reale i risultati dello scrutinio nel corso del suo svolgimento.

Rodolfo Amodeo

Potrebbero interessarti anche