Catania
24°

Giarre, dilazione piano di riequilibrio: chiesto un referendum consultivo

Giarre, dilazione piano di riequilibrio: chiesto un referendum consultivo

Un referendum consultivo per la dilazione del piano di riequilibrio. E’ la proposta protocollata dal consigliere di opposizione Leo Patané al presidente del Consiglio.

Nei giorni scorsi l’assise consiliare giarrese ha approvato la proposta di delibera dell’area finanziaria dell’Ente, riguardante la rimodulazione del Piano di riequilibrio, resa possibile dalla legge nazionale di stabilità del 2018 che prevede per i Comuni la facoltà di ripianare le passività in un arco temporale di 20 anni.

Il consigliere Patanè (assente durante la votazione in aula consiliare), nell’esprimere la propria contrarietà all’estensione delle rate, dagli attuali 10 a 20 anni, si è reso promotore di una iniziativa democratica: ha protocollato una nota indirizzata al presidente del Consiglio comunale, con la quale si richiede l’istituzione di un referendum consultivo ponendo un preciso quesito: “Si considera favorevole alla modifica della durata massima del piano di riequilibrio finanziario pluriennale rideterminandola da 10 a 20 anni?

Secondo il consigliere Patanè, “appare evidente che la ulteriore dilazione nel tempo del piano di rimodulazione, inevitabilmente comporterà maggiori oneri a carico dei cittadini giarresi oltre all’impossibilità di ritoccare al ribasso i tributi comunali”.

Potrebbero interessarti anche