Catania
25°

Danni vento, interventi parziali a Giarre. In corso messa in sicurezza pali a Miscarello

Danni vento, interventi parziali a Giarre. In corso messa in sicurezza pali a Miscarello

Sono ancora evidenti a Giarre e in alcune frazioni, i danni provocati dalle raffiche di giovedì scorso. Il Comune, con il supporto di una ditta esterna, ha effettuato diversi interventi di messa in sicurezza con la rimozione di arbusti precipitati sulla sede stradale provocando pesanti disagi alla circolazione.

Interventi parziali bambinopoli di piazza Immacolata, a ridosso della scuola media Giovanni Verga. All’interno dell’area perimetrale della scuola si è abbattuto, tranciando la recinzione, anche un palo della pubblica illuminazione che è stato disattivato per ragioni di sicurezza.

Le operazioni nei pressi della scuola, tuttavia, come dicevano sono rimaste incomplete: alcuni arbusti dell’area a verde comunale non sono stati ancora tranciati o capitozzati. In merito, la dirigente scolastica Rossana Maletta, stamane con la ripresa delle lezioni, ha disposto che gli alunni entrassero dall’ingresso che si affaccia su via Garibaldi.

In città sono comunque numerosi ancora gli arbusti da rimuovere, questa mattina sono in corso le operazioni di ripristino di alcuni pali di telefonia che erano stati abbattuti, lungo la strada 75 all’ingresso dell’abitato di Miscarello.

Altri disagi, indirettamente connessi al forte vento di giovedi, riguardano le condutture idriche. Nel quartiere Satellite, non è stata ancora riparata la perdita di acqua pubblica causata dal movimento delle radici di un albero pericolante. Da giovedì l’acqua si riversa copiosamente sul viale Don Minzoni.

E la paralisi della viabilità determinata dalla presenza di arbusti, ancora una volta, ha isolato Giarre con il suo ospedale privo di pronto soccorso. Sulla vicenda è intervenuto il comitato civico rivogliamo l’ospedale che ha manifestato preoccupazione anche sulla piena funzionalità dell’elipista dello stadio di atletica.

Il sindaco Angelo D’Anna, dal canto suo, nella veste di presidente del Comitato dei Sindaci del Distretto Socio Sanitario, ha inviato una nota al Presidente della Regione Nello Musumeci e per conoscenza al Prefetto di Catania.

“A causa dei forti venti di burrasca – si legge nella missiva – si sono verificati rallentamenti sino all’arresto della marcia sull’autostrada A18. A seguito di tale chiusura, i flussi veicolari sulla Statale 114 e le arterie complementari, hanno subìto forti rallentamenti rispetto alla normale circolazione, ostacolando analogamente le altre vie di accesso, con consequenziali code chilometriche che hanno di fatto impedito la possibilità di un tempestivo raggiungimento della struttura ospedaliera di Acireale e il ricorso all’annesso pronto soccorso.
Si è palesata, ancora una volta – ha rimarcato il sindaco nella nota – la necessità di rifunzionalizzare l’ospedale Sant’Isidoro di Giarre, ripristinando il pronto soccorso con i servizi annessi ad un ospedale di base, coerentemente alla normativa vigente, dando sicurezza e tempestività di intervento anche in condizioni avverse ad un territorio correlato ad un bacino di utenza di circa 90 mila residenti”.

Potrebbero interessarti anche